Recensione per “Frammenti di un addio” di Andrew Levine a cura di Ilaria Grossi

 

È la storia di Drew Wyatt, giovane musicista, che lascia l’ Inghilterra e sua madre, intrappolata da una malattia che anestetizza continuamente i suoi momenti di lucidità. Approda negli Stati Uniti, Willmington, nella Carolina del Nord, portando con sé la sua musica e un bagaglio ” segreto ” di ricordi del passato e un padre che ha causato solo dolore.

“Certi addii fanno più male del dolore di una perdita”.Ed è qui che incontrerà Lily Cooper, come ” tasselli di un puzzle danneggiato” si riconosceranno, si odieranno per poco e si ameranno di un amore che ha quasi paura di venire alla luce …troppe ombre e troppe nuvole incombono su due cuori che decidono di viversi nonostante tutto.

“Preferisco pensare a noi come due cerotti ad una vita di sofferenza. Io per te e tu per me” “Ho bisogno di sapere perché tu vuoi questo …perché vuoi me ” ” Tu sei la cosa più bella che il mio cuore abbia mai provato”.

Un attimo …pochi secondi e la vita si spezza.

” Penso che entrambi i nostri cuori siano frammenti di un addio ed è tutto ciò che ci rimane”.

Sinceramente non voglio aggiungere altro alla fine del romanzo la sensazione che abbraccia chi legge è quella di guardare un filo che si spezza e sentirsi infinitamente impotenti.Lo stile di Andrew Levine è diretto e spiazzante perché sa sempre toccare le giuste corde dell’ anima. Ho apprezzato una crescita e una maturità stilistica che ha fortemente contribuito a promuovere a pieni voti un giovane scrittore con un talento solo da scoprire e apprezzare. Complimenti. Lo consiglio.

 

Ilaria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...