“Deejay per caso” di Christian Simoniello, Rapsodia editore. A cura di Natascia Lucchetti

Dejey per caso.jpg

 

Il titolo ci parla del protagonista ancor prima di farcelo conoscere. Christian è un ragazzo abituato a dare una colonna sonora a ogni aspetto della sua vita. Canzoni italiane, straniere, tutte concorrono a dare tono ai suoi pensieri, attraverso playlist che prepara per ogni situazione. Proprio la presenza della musica mi ha colpito molto, trovandomi sensibile. Anche io ho l’abitudine, esattamente come Christian, di dedicare una canzone a ogni momento.

Christian è un ragazzo come tanti che può contare su un lavoro sicuro e una vita comune risultato del crescere in una famiglia tradizionale. Mi è piaciuto molto l’approfondimento che l’autore fa sui parenti più stretti, sulle loro origini: ognuno di loro ha un capitolo dedicato. I genitori, la nonna, il fratello, gli amici più cari di Christian dipingono il suo mondo e ci fanno capire a fondo la sua psicologia.

I primi capitoli però ci presentano la vera scintilla: il cambiamento. La mia premessa serve a farvi capire il messaggio di questo romanzo che per me vale tantissimo. Christian ha un sogno: quello di lavorare nel campo musicale e gli si presenta l’occasione per muovere i primi passi in quella direzione. Vinyl Radio gli offre l’opportunità di entrare nel suo staff come tecnico e lui decide di lasciarsi alle spalle il lavoro fisso. Salta nel buio con un coraggio che ammiro. Questo incipit è un inno a noi sognatori e mi ha dato una spinta esagerata e una buona predisposizione a leggere tutto il resto che non è mai banale o noioso. Lo stile di Simoniello è leggero e semplice, perfetto per narrare una vicenda che coinvolge persone comuni come me e come voi, parlandovi di amicizia e amore. Amore che arriva per caso e brucia il cuore come un colpo di fulmine per ben due volte nella vita di Christian. La prima donna amata è Giulia. Con lei la storia parte intensa, sotto forma di una dipendenza fisica e psicologica tra i due, un bisogno incessante di appartenersi che tuttavia, dopo qualche tempo scema, si raffredda fino a trasformarsi in amarezza e questa storia viene paragonata a quella con Serena che anche se comincia allo stesso modo, evolve al contrario, dando una scossa a entrambi i protagonisti, risvegliandoli da quel torpore che ti cala addosso quando fai quello che devi e non quello che vuoi.

“Deejay per caso” è una storia italiana che parla di vita reale, di sogni e speranze. Ha la fortuna di essere scritta da un autore dotato di uno stile semplice ed efficace, emozionante. Le vicende di Christian mandano un messaggio molto importante: non essere ciò che devi, ma diventa ciò che vuoi. Non lasciare che la realtà ti sopisca e ti anestetizzi con mezze soddisfazioni.

Consiglio questo libro a chi voglia avventurarsi in una bella storia di sogni e sentimenti.