“Molti Dei gettano i dadi, ma il Destino gioca a scacchi e ti accorgi solo troppo tardi che il Fato gioca con due Regine allo stesso tempo. (Terry Pratchett)” Un libro originale interessante, avvincente che unisce l’azione fantastica agli eventi storici con uno straordinario tocco di filosofia. Un racconto che è una metafora allegorica del terribile e magico gioco della vita. Se desiderate stupore coinvolgimento e adrenalina, non potete perdere il libro “Legio M Uvltima. Sfida all’impero” dei Demiurghi, astro fantasy

Legio1_CoverWEB.jpg

 

La battaglia per l’ultima verità non sarà mai vinta, ecco perché gli scacchi sono così affascinanti.
(H. Knoch)

 

10208714430681702.jpg

 

 

Sinossi

Si apre come una partita a scacchi, anzi all’antico gioco romano dei latrunculi, questo primo capitolo della saga dedicata alla Legio M Ultima.

Due uomini si ritrovano ai lati opposti di una scacchiera a determinare le sorti dell’impero, in una partita decennale. Tra mosse scorrette e pedine sacrificabili, l’indomabile Azia Medea e il condottiero Elios, unico sopravvissuto di Atlantide, sfideranno imperi, magister e creature mitologiche, instaurando alleanze con uomini e dei.

Il tutto sotto l’egida di Diocleziano, che trova in loro i degni guerrieri della Specula, un corpo militare speciale di cui la Legio M Ultima è il braccio armato.

 

In questo libro troverete tutto.

 

LA SFIDA ALLA DIVINITÀ

 

10208714428401645.jpg

 

L’IRONIA

 

10208714432041736.jpg

 

L’AMORE

 

10208714432321743.jpg

 

MAGIA

 

10208714433361769.jpg

 

 

E POTERE

 

15542333_10208714343359519_3297158257277767250_n.jpg

 

 

Gli autori 

I Demiurghi, cultori di Archeologia e Storia romana, dal 2009 organizzano giochi di ruolo, anche ambientati nella loro Specula.

Curano il blog www.cronachedellalegiomultima.it, dedicato al mondo della Specula.

Nel 2010 sono arrivati terzi al concorso “La voce dei sogni”, con i racconti Domine et serva e Una, cento, mille vite. Nel 2011 hanno partecipato di nuovo classificandosi secondi, col racconto Un corpo, un’anima.

Curatori dell’antologia self a scopo benefico “Pietre e Parole”, i cui ricavi sono interamente devoluti ai comuni del centro Italia colpiti da terremoto dell’agosto 2016.

Autori self per passione, hanno pubblicato il loro primo romanzo, Latrunculi, che finalmente esce in versione integrale, senza censure.

 

 

 

Annunci

Credo che le fiabe, quelle vecchie e quelle nuove, possano contribuire a educare la mente. La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi: essa ci può dare delle chiavi per entrare nella realtà per strade nuove, può aiutare il bambino a conoscere il mondo. (Gianni Rodari). Il nostro blog è fiero di presentarvi un fantasy che è più di un fantasy, vi guiderà attraverso fantasmagoriche avventure, lungo il percorso della vita, quello che ci renderà eroi in grado di affrontare i nostri draghi personali. non perdetevi “Il Lupo e il Drago” di Martina Mesaroli

COP.eb.il lupo e il drago.jpg

 

 

La vita di ogni uomo è una favola scritta da Dio.
(Hans Christian Andersen)

Sinossi

Un sogno che racconta una storia, una storia raccontata attraverso un sogno..

Un lupo, un drago e i loro poteri sigillati nei corpi di due fratelli…

Una famiglia di cacciatori demoniaci in cerca di vendetta…                                                   Un fantasma e una strega guardiana, ultima erede di una stirpe maledetta. Un’anima, il suo corpo e il suo cuore…                                                                                         La doppia storia di Angie, attrice emergente e del suo personaggio, Ann Castelville: giovane e potente strega che assieme ai suoi fratelli affronterà creature malvagie fino allo scontro finale contro chi, secoli prima, ha maledetto la sua famiglia.                Guidata in sogno da Lupo, Angie incontrerà nel suo mondo il Drago del destino, dal quale imparerà il significato della parola Amore.                                                                      Due storie parallele ma allo stesso tempo intrecciate tra loro, sospese tra sogno, finzione e realtà.

“Lupo era al mio fianco, come sempre lo era stato da quel nostro primo incontro.
«Non verrà, vero?» chiesi senza distogliere lo sguardo dal lago. «Lo sto aspettando da così tanto tempo…».
Quelle ultime parole mi morirono in gola, ma Lupo sapeva leggere nel mio cuore e le parole servivano ben a poco. Mi sfiorò la mano con il muso.
«No, non in questo mondo almeno, ma sei stata condotta qui per un motivo, mia giovane amica».
Gli accarezzai la testa affettuosamente.
«Stai per andartene anche tu, vero?» domandai.
«Sarò sempre al tuo fianco, anche quando non mi vedrai e ti guiderò come ho sempre fatto. Trova il Drago e lì ci sarò anch’io!».”

 “… nel giro di qualche minuto ci ritrovammo a passeggiare sulla pavimentazione in mattoni rossi della Russian Hill, il tratto più famoso e affascinante di Lombard Street, con i suoi tornanti che serpeggiavano in salita e in discesa. Destinazione Ghirardelli Square. Ero estasiata, mi sentivo un po’ come Dorothy quando si ritrova a percorrere il sentiero lastricato di mattoni gialli nel regno di Oz. Sentivo di essere arrivata in un mondo che aveva qualcosa di magico e che avevo sempre desiderato poter visitare. I palazzi in stile vittoriano dai colori vivaci, si susseguivano accanto ad edifici spigolosi dalle tinte più sobrie, accompagnandoci come presenze discrete, fino alla nostra meta. Mi fermai a fissare l’insegna ad arco con su scritto Ghirardelli Square, mentre un inconfondibile, piacevole profumo di cioccolato, mi deliziò le narici …”.

 

Biografia

Nata a Villafranca di Verona nel 1981, città nella quale attualmente vive, Martina Mesaroli ha due grandi passioni: la scrittura e il teatro. “Il Lupo e il Drago” le rappresenta entrambe.