9788865082737_0_0_738_80.jpg

 

 

Annie fece una risatina sprezzante e si voltò verso Cal. «Perché d hai messo così tanto a venire a trovare tua nonna?» «Avevo paura che mi mordessi e dovevo farmi fare i richiami per l’antirabbica.»

 

 

La geniale professoressa di Fisica Jane Darlington passa il suo trentaquattresimo compleanno in lacrime. Vorrebbe un figlio, ma non un marito; da sempre infatti la sua grande intelligenza spaventa gli uomini e trovare un candidato adatto al compito non è semplice. Cal Bonner, leggendario seduttore e giocatore di football dei Chicago Stars, non particolarmente acuto, le sembra la scelta perfetta. Jane allora entra in azione, ma rimarrà molto sorpresa: il generoso Cal non assomiglia per a all’individuo superficiale che si aspettava, e soprattutto non è affatto disposto a farsi usare e poi scaricare. Come potrà un determinato campione di football interferire nella vita e nei piani di una professoressa un po’ speciale che non si è mai, ma proprio mai, innamorata? Con un sacco di onestà, comprensione e molto, molto umorismo…

Eccoci giunti al terzo capitolo di questa stupenda serie: la Chicago Stars scritta dalla Phillips e edita da Leggereditore.

Pronti a immergervi in questa nuova storia?

In questo libro, troviamo la professoressa Jane, giunta ormai al suo trentaquattresimo compleanno.

La vita di Jane va a gonfie vele, tranne per un piccolissimo problema: vorrebbe diventare mamma, senza però avere un compagno. Perché?

Beh, perché il suo QI intimidisce tutto il genere maschile che, si sa, è un po’ “Io Tarzan Tu Jane” (sisi, giuro che non l’ho fatto apposta!), così quando si sente fare una proposta un po’ strana, non ci pensa due volte e accetta.

Quello, però, che nessuno dei due si aspetta, è finire insieme a casa del giocatore di football e avere a che fare con la sua stramba famiglia (specialmente Nonna Annie, che ho adorato dalla prima all’ultima scena e vorrei anche io una nonna come lei!).

È un romanzo ironico, divertente e romantico, che non lascia mai insoddisfatti, anzi, sempre con gli occhi a cuore e un sorriso sulle labbra.

Le storie parallele, anziché rendere pesante il testo, lo ampliano e aggiungono quel non so che, che piace e ci fa capire che l’amore può rinascere dalle ceneri, anche se tutto sembra ormai perduto.

Due personaggi diversi, come il sole e la luna, si ritrovano alla fine a dare vita ad un’eclissi spettacolare!

La Phillips non delude mai e anche se cerco di far durare la lettura, purtroppo non ci riesco. Li divoro in pochissimo tempo e non smetterei mai di leggere le sue fantastiche storie.

 

Annunci