i-medici-una-dinastia-al-potere_8283_x1000.jpg

 

Trama.

Firenze, 1429. Alla morte del patriarca Giovanni de’ Medici, i figli Cosimo e Lorenzo si trovano a capo di un autentico impero finanziario, ma, al tempo stesso, accerchiati da nemici giurati come Rinaldo degli Albizzi e Palla Strozzi, esponenti delle più potenti famiglie fiorentine. In modo intelligente e spregiudicato i due fratelli conquistano il potere politico, bilanciando uno spietato senso degli affari con l’amore per l’arte e la cultura. Mentre i lavori per la realizzazione della cupola di Santa Maria del Fiore procedono sotto la direzione di Filippo Brunelleschi, gli avversari di sempre continuano a tessere le loro trame. Fra loro c’è anche una donna d’infinita bellezza, ma dal fascino maledetto, capace di ghermire il cuore di un uomo. Nell’arco di quattro anni, dopo essere sfuggito a una serie di cospirazioni, alla peste e alla guerra contro Lucca, Cosimo finirà in prigione, rischiando la condanna a morte. Fra omicidi, tradimenti e giochi di palazzo, questo romanzo narra la saga della famiglia più potente del Rinascimento, l’inizio della sua ascesa alla Signoria fiorentina, in una ridda di intrighi e colpi di scena che vedono come protagonisti capitani di ventura senza scrupoli, fatali avvelenatrici, mercenari svizzeri sanguinari

Libro letto qualche giorno dopo la sua uscita, scritto bene, sicuramente scorrevole e soprattutto interessante, ma che purtroppo non mi ha presa. Limite mio, non certo dell’autore.

Quando ho letto dell’uscita di questo libro ero molto entusiasta, ma il rindondamento mediatico e la fiction (che non ho visto) e i vari commenti letti qua e là, non so, di certo non sono stati di sprone e decisamente le aspettative erano piuttosto alte.

Ho decisamente apprezzato tutto il lavoro che c’è dietro il libro, s’è vista la ricerca, s’è visto l’entusiasmo per la storia, ma se mi si permette un appunto… i matrimoni, all’epoca, mi sembra che fossero combinati; i ragazzi a volte non si conoscevano neanche…

Da dove salta fuori questo amore così travolgente? Senza contare che l’autore ha dimenticato di parlare dell’adulterio di Cosimo che ha dato vita a uno dei suoi figli, Carlo, amplificando in modo non molto veritiero, a mio parere, il rapporto di Cosimo con Contessina.

Il Rinascimento è uno dei miei periodi storici preferiti e I Medici sono una dinastia, una famiglia, piuttosto affascinante e nel libro viene fuori l’amore per la città che rappresentavano. Le scene di sesso descritte con dovizia di particolari non mi hanno entusiasmato molto, ma ho amato le descrizioni dei luoghi e della costruzione della Cupola, delle scene di guerra e di vendetta, così come quella del Brunelleschi.

Mi piace lo stile di Strukul e ora vedremo un po’ come proseguirà la storia.

Katya

Dati romanzo

Autore: Matteo Strukul

Titolo: I Medici: Una dinastia al potere

Genere: Storico

Pagine: 382

Data di pubblicazione: 2016

Casa editrice: Newton Compton

Prezzo: 9,90 euro

Annunci