la-storia-della-principessa-splendente.jpg

 

 

Iniziare un nuovo libro, la cui cover rapisce per l’ immagine di una principessa “speciale “, non può non immergere il lettore in una favola, ritornando anche se per poco indietro nel tempo e lasciandosi cullare dai sogni.

È la storia di Kaguya, la principessa Splendente. Un vecchio tagliatore di bambù trova una minuscola bambina che adotterà come figlia e la crescerà con tutto l’ Amore del mondo assieme a sua moglie.

Crescendo Kaguya, rivelerà una bellezza unica e ultraterrena e la voce di una bella e misteriosa principessa, catturera’ la curiosità degli abitanti del luogo e di molti corteggiatori. Solo cinque tra loro, resteranno fedeli e pronti a conquistare il cuore di Kaguya, la quale restia al matrimonio affiderà a ciascuno imprese impossibili e alla fine non ci sarà nessun vincitore.

Kaguya custodisce un segreto che la rende sofferente e malinconica, un segreto che non le consente di legarsi a nessuno neppure alla sua famiglia.Una storia dai contorni di favola e leggenda, capace di far riflettere sulle debolezze degli uomini e di come l’ eternità non fa sempre rima con felicità. Il libro comprende anche altri due racconti: “Marco, Dagli Appennini alle Ande di Edmondo De Amicis “.

Una storia toccante e profonda, il viaggio di un piccolo grande figlio che da Genova parte per ricongiungersi con l’ amata Mamma, un esempio di amore unico e di un legame speciale che supera ogni distanza e non conosce paure e ostacoli.

L’ altro racconto si intitola “Goshu il violoncellista” di Kenyi Miyazawa nella sua prima traduzione italiana, una storia tutta da scoprire e con belle riflessioni.

Non mi resta che augurarvi buona lettura con tre storie belle, profonde e ricche di insegnamenti che rendono la lettura una piacevole lettura per ragazzi ma anche per un pubblico più adulto.

Buona lettura Ilaria

Annunci