41I0aFTzgBL._SY346_forever-fall-in-love.jpg

 

 

Penelope, 30 anni, è il giorno del suo compleanno. Dolce, romantica, ironica e una gran voglia di non indossare più quel cappotto, regalo di Simon, troppo grosso e sformato da rendere pesante ogni pensiero ed emozione. Penelope a pochi passi dal sì. Simon non fa parte più della sua vita e incontrarlo la sera del suo compleanno non lascerà Penelope indifferente. Simon rappresenta il suo passato, un passato doloroso che l’ha resa più fredda e distaccata. Penelope rincorre la felicità ma ha troppo paura che il destino mescoli le carte così tanto e giochi contro. E’ davvero così? La risposta è Tony, un amico che ben presto le dichiara il suo amore. Tony o Simon. Penelope e la sua confusione, un cuoricino che batte e un dubbio. Penelope  saprà farsi strada verso chi ha scelto già il suo cuore?

Lo stile di Paoletta Maizza è dolce, sincero e non manca quel pizzico di ironia che rende la lettura piacevole e fluida. Penelope è vera con i suoi pregi e suoi difetti e amerete leggere le pagine del suo diario.

 

”Chi siamo? Solo un granello di polvere nella galassia? Se non stiamo attenti si tramuterà in realtà non permettere ai nostri più bei ricordi di darti tristezza … gira la pagina, forse troveremo una fin diversa dove stiamo ballando nelle nostre lacrime”

 

 

In ”Forever..fall in love” Penelope è mamma di Giulietta, detta Lili e un uragano è pronto a passare nella sua vita. Come si ferma un uragano? Impossibile direte. L’uragano non avvisa, arriva funesto e  lo guardi con la consapevolezza  che dovrai trovare al più presto un riparo, per vivere o sopravvivere. Quando passa e se ne va, cosa resta? La speranza è ritrovarsi vivi o addirittura illesi con qualche ferita che il tempo guarirà e solo in quel momento capirai cosa significa “uragano”. Penelope ha detto sì a Tony ma i dubbi sono tanti e la sua confusione emotiva ha solo un nome Simon.

Simon le dichiara di non voler restare a guardare lei, Tony e la piccola Lili. Lui vuole Penelope. E Penelope cosa desidera davvero? Per essere felice è disposta a cancellare il passato e i tradimenti di Simon? La risposta è…Amare prima se stessa.

 

”Per amare bisogna avere coraggio”

“L’ amore è quel qualcuno con cui costruisci ricordi importanti e non“

“Simon sei davvero il mio tormento!!!E cos’altro sei? Sei davvero quel vero amore che io desideravo da tutta una vita? Sei quell’eroe capace di farmi affondare e risalire? O sei il mio più acerrimo  nemico?”

 

In questo sequel, Penelope mi è piaciuta particolarmente, più sicura delle sue capacità, più sicura di voler essere felice ed è proprio così che la immagino camminare in giro per Londra con le sue nuove Laboutin vertiginose e un immancabile caffè bollente. Vi chiederete che fine ha fatto il cappotto portasfortuna? Ritornerà alla sua padrona. Non si sfugge al destino e per tutti ci sarà un “forever”. Penelope, forse Simon è proprio il tuo Mr Darcy, non credi?

 

”Ho lottato invano, ma non c’è nessun rimedio questi mesi trascorsi sono stati un tormento…”

 

Brava Paoletta Maizza, che dirti..mi mancheranno Penelope e Simon.

Annunci