18944991_10211921773354170_1362602070_n.jpg

 

 

Ritrovarsi o è necessario perdersi per ritrovarsi più forti e consapevoli di quello che si prova realmente? Lo nascondiamo, se non c’ è scelta. Lo sotterriamo, così non lo vedrà nessuno. Mettere a tacere tutto, ricordi, sensazioni ed emozioni. Tenersi tutto dentro. Caterina e Ben non ci riusciranno. Ben, per un anno lascia al cellulare di Cat, numerosi messaggi per ricordarle che nulla è cambiato. Caterina ha scelto il tranquillo ed equilibrato Julian, segretamente ascolta però i messaggi di Ben annotando ogni singola parola. Un concerto a New York city sarà la cornice dell’ incontro tanto atteso tra Ben e Cat. Ogni volta guardarsi negli occhi, significa abbassare le difese, fermare il tempo, come in una bolla di sapone, sentirsi solo Ben e Caterina, dimenticando il mondo quasi cancellandolo.

 

“E’ stata una giornata indimenticabile come te”

“E ti sbagli, è stata molto più di una giornata indimenticabile”

 

Se il desiderio e la passione bruciano della stessa intensità, non ci saranno mura insormontabili. Chi ama davvero, è capace di andare oltre. Altrimenti resta a guardare quel muro con il rimpianto amaro di cosa lo avrebbe aspettato oltre. Per quanto si sforzi, Cat non riuscirà a restare ferma, immobile a guardare quel muro

 

“senza di lui è incompleta”

 

 

18902923_10211921770194091_736030447_n.jpg

 

ammetterlo resta la cosa più difficile…

 

“Ti manca ancora così tanto?”

“Mi mancherà sempre”

“Se la persona che hai accanto è quella giusta, allora devi combattere contro il mondo intero per tenertela stretta, a qualunque costo”

 

Il matrimonio di Abby e Kris, riporterà Cat in Florida. Ben e Cat di nuovo insieme. Vicini.

 

“I was fire. She was my hurricane”

 

Litigi e avvicinamenti, gettarsi addosso tutto, parole che  fanno male e che ogni volta, nonostante l’orgoglio, ricorda loro che infondo quel filo che li unisce non si è mai spezzato. Basta silenzi e basta mura insormontabili.

In questa recensione, ho voluto fortemente mettere nero su bianco tutto quello che Ben e Cat sono stati in grado di trasmetterci con la loro turbolenta storia. Non dirò altro, ho letto il libro con calma, un pò alla volta fino alla parola fine.

 

“Non andartene mai più?”

“Starai con me fino alla fine del mondo?”

“Si, fino alla fine del mondo e poi ancora un altro pò”

 

Complimenti, Valentina Ferraro “Fine alla fine del mondo” è stata sicuramente una degna conclusione per Cat e Ben. Emozionante, coinvolgente e con uno stile ancora più impeccabile e travolgente. Complimenti.

Buona lettura Ilaria Grossi

 

 

18982970_10211921772994161_629922113_n.jpg

Annunci