la-confusione-chiara.jpg

 

Come reagiresti, se una mattina, nel tuo letto ti svegliassi come C. con un clone accanto a te?

Paura, confusione, panico o voler a tutti i costi capire cosa è successo e come rimediare? C. 17 anni e un ex fidanzato “filosofo”.

La sua scissione irreale denota una confusione emotiva e comportamentale di chi è ancora alla ricerca del proprio io. Leggendo questo racconto mi è tornato alla mente il titolo di un libro di Luigi Pirandello “Uno, nessuno e centomila”.

Siamo così: fatti di razionalità e passione, fragili e forti, paurosi ma capaci di smuovere ogni cosa pur di trovare una spiegazione alla nostra perenne irrequietudine.

Vivere l’ amore o senza amore?

Vivere in nome del potere o in nome di Dio?

Con passione o cinismo?

E’ vero siamo complicati e spesso mettiamo a tacere la parte più scomoda di noi, perché così tutto è più semplice, certo è semplice scegliere la strada meno complicata.

Oppure il desiderio di essere qualcuno mette in un angolo quella parte di noi che vuole vivere solo emozioni vere?

Lasciarsi andare …è forse questo il segreto? Uscire dagli schemi che ci impone la società, è davvero così semplice?

Tante C. prendono vita in un racconto molto carino, ironico che permette di leggere tra le righe qualcosa di estremamente profondo. Siamo noi a dare un senso alle cose, siamo noi a dare peso ad ogni scelta, pagando poi tutte le conseguenze?

Nulla accade per caso e se fosse necessario separarsi per ritornare dopo un lungo giro di nuovo a noi stessi?

Per ogni scelta, infiniti mondi possibili, incommensurabili stati di cose”

Con la tua “confusione chiara” mi sono posta un pò di domande.

Grazie Valerio Carbone

Buona lettura Ilaria

Annunci