libro-jen-klein-playlist-l-amore-e-imprevedibile.jpg

 

Che cosa c’è di meglio del momento in cui ti rendi conto che il liceo sta per finire e la tua vera vita sta per cominciare? Niente, June ne è convinta. Diciassette anni e le idee chiare sul futuro, non vede l’ora di lasciarsi alle spalle la cittadina in cui è cresciuta e tuffarsi a capofitto nella nuova avventura del college. Al contrario di Oliver, l’atleta più popolare della Robin High, che vorrebbe che l’ultimo giorno di scuola non arrivasse mai. June e Oliver non hanno davvero nulla in comune. Potrebbero non rivolgersi mai la parola.
Potrebbero far finta di non conoscersi. E invece. Invece il destino ha voluto diversamente. Perché le loro madri sono amiche per la pelle e hanno deciso che Oliver accompagni June a scuola in macchina. Tutti i maledettissimi giorni. A un tratto, June e Oliver sono costretti a passare parecchio tempo insieme. Peccato che non abbiano niente, ma proprio niente di cui parlare. E allora decidono di mettere la musica. Ma cosa succede quando un’anima rock come quella di June ne incontra una pop come quella di Oliver? Una guerra! Una sfida per il controllo della playlist… finché non accade qualcosa di totalmente imprevedibile. Perché a volte basta la canzone giusta al momento giusto e tutto cambia.

Playlist è un romanzo Young adult che perfettamente si colloca in questo tipo di categoria ormai tanto amata sia dai lettori adolescenti che adulti.

L’autrice Jen Klein sa rendere alla perfezione la freddezza della protagonista e la sua asettica visione del mondo grazie ad un linguaggio abbastanza scorrevole e alle volte un po’ scontato. La storia di per sé sembra quella narrata in altri young adult, ma diversamente da quanto ci si aspetti, i due ragazzi protagonisti riescono in qualche modo a restare originali nel loro piccolo.

Il collante fra June e il protagonista Oliver è dato dalla presenza di questa Playlist musicale che loro ascoltano in macchina nel tragitto per andare  a scuola. June dovrà ricredersi di ogni cosa che l’ha portata a essere convinta che la vita sia una banale e passeggera ruota che gira inesorabile senza un perché ben definito, senza dover dare ad ogni attimo il giusto ritmo, la giusta importanza. É Oliver che la scuote e la risveglia alla realtà concreta e tutta da vivere.  Questo loro frequentarsi da amici, un obbligo all’apparenza che si tramuta ben presto in amore imprevedibile  è reso magico proprio da questo susseguirsi di canzoni che mettono in discussione tutti i loro sentimenti e tutto quello per cui hanno tenuto alta la testa.

L’originalità del romanzo sta proprio in questo, a mio avviso, arricchendo la storia di quella unicità per farlo emergere rispetto a tanti altri. Resta comunque un romanzo che non travolge il lettore, ma racconta, portando una storia di tutti i giorni in una dimensione speciale in cui ci si può perfettamente immedesimare se si hanno vent’anni.

Come tutti gli young adult anche Playlist, sicuramente, ha le carte in regola per poter restare impresso nei cuori dei suoi lettori, tuttavia non ha quello slancio linguistico, quella passione vera che traspare anche da una frase banale se scritta in un certo modo.

Una storia d’amore carina adatta soprattutto ai ragazzi e alle ragazze che amano leggere una  storia d’amore senza troppe complicazioni.

Annunci