“La rubrica dei cuori infranti” di Paoletta Maizza, collana Floreale editore. A cura di Ilaria Grossi

 

Torna la delicata penna di un’autrice dal tocco soave e divertente. Capace di coniugare leggerezza e spessore in pagine indimenticabili. I libri della Maizza sono capaci di intrigare lettori diversi, capaci di veicolare significati adatti per ciascuno e in cui ciascuno può trovare la personale risposta ai tanti quesiti che ci accompagnano lungo la nostra realizzazione personale.

Ci fa scoprire la bellezza eterna e indissolubile dei piccoli intensi gesti quotidiani, la meraviglia dell’incontro con l’altro che diviene qualcosa di più di una passione sfrenata: è semplicemente la miglior strada per trovare se stessi.

La penna acuta e sensibile della nostra Ilaria Grossi, capace di aprire le porte segrete di un libro e del cuore stesso dell’autrice, ci accompagneranno lungo i sentirsi impervi ma magici, dorati dai caldi raggi del sole, che la bravura di Paoletta sa trasportare su carta.

Buona lettura.

Alessandra Micheli

“Soltanto noi possiamo prendere in mano la penna per riscrivere il nostro destino e cancellare quello che non ci piace”

Candy Andrew, giornalista e fotoreporter, ha girato quasi tutto il mondo e ha deciso che è tempo di scegliere un posto da chiamare casa. New York è la sua nuova casa, cosmopolita e dal fascino intramontabile.

Il suo nuovo incarico è dirigere una rubrica per cuori infranti #DearCandy, dispensando consigli alle lettrici deluse, ferite e senza fiducia. Lei che arriva in ufficio, perfetta, con i suoi vestiti firmati e tacco12 e con un nome che ricorda un noto cartone animato “CandyCandy” e nelle quale non vuole assolutamente rispecchiarsi. Candy si è creata da tempo una corazza, per non soffrire, per non rischiare di perdere se stessa, storie banali e passeggere, perdendo così il vero senso dell’amore. Uno strano gioco del destino, la metterà in contatto con una lettrice dal pseudonimo ”Susanna” che le confida la sua storia in crisi con “Terence”.

L’email si susseguono con una certa frequenza e confidenza, tanto da coinvolgere troppo Candy al punto di diventare antagonista della storia, pur consapevole di sbagliare, pur consapevole che l’affascinante vicino di casa Jon ha troppe cose in comune con “Terence” e alla fine le spezzerà le poche sicurezze su cui cerca di aggrapparsi.

E poi c’è lui Arthur, giovane erede con la sorella Molly del giornale di famiglia, premuroso, attento e sempre più presente nella vita di Candy, non solo dal punto di vista lavorativo. Candy è scettica, troppo presa da una situazione che sa bene non la porterà da nessuna parte, direi con i paraocchi in molte occasioni…e mi fermo qui, ho già detto troppo.

E’ necessario perdersi, cara Candy, per ritrovarsi, toccare il fondo per riappropriarsi della propria anima, svegliarsi ogni giorno con la consapevolezza di ciò che realmente vogliamo essere e ricordarsi di perdonare gli errori e guardare avanti, sempre nonostante tutto.

Soprattutto di non regalare il cuore con leggerezza ma affidandolo nelle mani di chi saprà curarlo con presenza ed esclusività.

“Lui mi abbraccia e con le labbra cattura la mia anima attraverso le mie”

Lo stile di Paoletta Maizza è semplicemente sincero, diretto, coinvolgente e non nego che ero incuriosita pagina dopo pagina per scoprire l’evolversi degli eventi. Vivi nel romanzo, vivi con i protagonisti, emozioni così vere proprio come se fossi lì con loro ed è una bella sensazione. Candy è una protagonista che in molte occasioni mi ha fatto rabbia così testarda al punto di sbattere la testa al muro per capire quanto fa male.

Chissà, a volte è giusto così, se vuoi andare avanti e non voltarti più, per essere pronta a guardare chi, è lì solo per te ed è capace di farti vivere l’amore sulla pelle e nell’anima. Arthur è un protagonista degno di attenzione e leggendo capirete perché.

Una lettura piacevole e sinceramente vera.

Buona Lettura

Ilaria per Les Fleurs du mal blog letterario