Oggi il blog consiglia “The black Star” di Daniele Cardetta, Meligrana Editore. Imperdibile!

The Black Star - cover.jpg

 

Nonostante le spalle larghe e un aspetto fiero, Asa aveva solo sedici anni, e per quanto si sentisse già un uomo era chiaro che il terrore stesse cominciando a prendere possesso del suo animo. Non fece in tempo ad alzarsi in piedi che la porta si spalancò e Asa vide fare capolino il volto di suo fratello Hukaw, di una decina d’anni più grande di lui. Era visibilmente nervoso e spaventato e Asa capì che non doveva perdere tempo, in men che non si dica era in piedi, proteso verso il fratello e con i nervi pronti a scattare.
«Asa, devi fuggire, gli Aro stanno arrivando».
La cupa realtà travolse Asa come un fiume in piena. Anche solo nominare gli Aro provocava in tutta la sua gente un panico incontrollabile, molte erano le storie sui predoni che giungevano nei villaggi e seminavano morte, prendendosi tutti i ragazzi e le ragazze. Suo padre gli raccontava spesso di essere riuscito a sfuggire per miracolo a una razzia di quegli schiavisti una ventina di anni prima, ma troppi cadevano nelle loro reti ed era impossibile capire a quale futuro andassero incontro. Nessuno era mai tornato indietro a raccontare cosa fosse successo, così la fantasia popolare aveva diffuso le dicerie più temibili, ma non ci voleva molto a intuire che non sarebbe accaduto nulla di buono a chi finiva prigioniero degli Aro

Sinossi

Con The Black Star Daniele Cardetta ci trasporta nel Settecento, durante la guerra anglo-spagnola, a solcare i mari insieme ai pirati, la cui storia si intreccia ben presto con quella della tratta degli schiavi.

Un romanzo storico e d’avventura, risultato di accurate ricerche da parte dell’autore.

Un romanzo d’intrattenimento per giovani e adulti, ma anche uno spunto di riflessione per tutti noi.

Non perdere l’occasione di navigare insieme ai pirati Pedro Lind e Juan e di conoscere lo schiavo Asa, un ragazzo forte che non è pronto a sottomettersi a nessuno!

“The black star” è una narrazione a più voci ambientata durante la guerra anglo-spagnola della prima metà del Settecento. Personaggi diversi, pirati e gentiluomini, schiavi e nobili sono protagonisti di una grande avventura che si dipana tra le due sponde dell’Atlantico. Le pagine del romanzo sono luoghi di incontro, come tavolini di locande fumose in cui ogni personaggio racconta la propria vita e il proprio punto di vista, e dove vittime e carnefici possono finalmente pareggiare i conti. Il romanzo affonda l’ancora in un momento buio della Storia, nei drammi individuali di schiavi sradicati e strappati alle loro case, in antichi rancori che si mischiano con la quotidiana sofferenza di uomini fatti merce, restituendo un quadro di cupa disperazione. L’angoscia e l’oscurità si intrecciano con la luce e le speranze del giovane Juan che, rimasto senza famiglia, accetta di aggregarsi a un gruppo di pirati e inseguire un sogno più grande: la vendetta di Lind, il suo capitano, una missione di giustizia, guidata da alti ideali e profondo risentimento.

 

 

L’autore
Daniele Cardetta è nato a Torino nel 1983. Dopo aver conseguito la laurea in Storia Contemporanea si è dedicato al giornalismo e alla scrittura creativa. Nel 2012 ha pubblicato il suo primo romanzo La Rivincita di Zord, prima parte della trilogia de La città ribelle, conclusasi con l’uscita de I fiori della battaglia nel 2013 e La giustizia della spada nel 2015, tutti editi da Nettuno Lab. Grande appassionato di storia e cultura, l’autore cerca con le sue opere di affrontare temi variegati ma sempre attuali offrendo un contenuto e una narrazione diversi dal solito.
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/DancardWriter/

 

Dati libro

Autore: Daniele Cardetta

Editore: Meligrana Editore

Pagine: 366

Prezzo: 4,99 € (ebook), 15,00 € (cartaceo)

Link per l’acquisto:

Annunci

“L’impero d’acciaio. L’accademia degli Dei” di Claudio Bolle, Lettere animate editore. A cura di Frank Slade

9788871121659_0_0_0_75.jpg

 

Miei cari gentilissimi lettori, il secondo volume della saga che il nostro “Claudio” ha scritto con dedizione e novizia di particolari, è una chiara e piacevole conferma di come non sempre siano necessari grandi azioni e grandi effetti speciali per rendere un libro intrigante ed entusiasmante.

Innanzitutto, leggendolo troverete tante conferme importanti ma anche alcuni eventi spiacevoli che renderanno il nostro gruppo di amici (forestieri dell’Impero) sempre più coeso, sia tra loro ma soprattutto con il presente/passato che stanno vivendo.

Il libro inizia con la partenza, avente un doppio scopo, verso l’isola dell’Elba della coppia di “novelli sposi”: in primo luogo, andranno a conoscere il modo in cui l’Impero estrae un certo metallo, in modo tale da insegnare loro un sistema d’estrazione più sicuro e veloce. In secondo luogo, questo viaggio sarà per loro un vero e proprio viaggio di nozze ed un modo per unire i quattro in un modo ancor più indissolubile, anche dal punto di vista sessuale.

Di ritorno da questo loro viaggio, seppero dall’Imperatore Tiberio stesso, che aveva deciso di abdicare a favore del figlio Druso, creando un importante precedente ed avendo la conferma, che con le loro azioni, stavano realmente modificando , in positivo, la storia dell’Impero romano.

Ovviamente, non mancheranno le prime congiure nei confronti dell’Imperatore ma che le due coppie, insieme ai tre loro amici militari, risolveranno nel migliore dei modi, durante una seduta al Senato.

In maniera, decisamente, celere vennero avviate le prime riforme economiche, sociali e in materia di legislazione che i nostri amici avevano programmato.

L’ambizione, se usata per il bene comune e non per vuota soddisfazione personale, è una grande forza e senza di essa vivremmo ancora in capanne di fango”.

Parallelamente a questa situazione, stava nascendo un bellissimo amore tra Druso ed una donna, dalle fattezze di una delle nostre eroine del futuro, che perse il marito in battaglia.

Ma sopratutto verrà istituito, da parte dell’Impero “L’Accademia”, ovvero una centro studi gestito dai nostri amici Senatori, dove verranno educate ed istruite le menti migliori dell’Urbe: il primo Centro Studi che il Mondo abbia mai avuto e capirete che una novità simile porterà benefici incalcolabili.

Trovare, conoscere, dominare!”

Successivamente, i nostri ragazzi, tra i lavori di creazione della loro Accademia ed il viaggio che effettueranno nelle loro terre native nordiche, si renderanno conto che quel tempo e quelle persone erano più evolute di quello che pensassero e che quindi le innovazioni che stavano apportando avrebbero avuto un impatto notevole per difendere l’Impero contro le invasioni barbariche che tutti voi conoscete.

L’indomani sarebbe stato un giorno importante per la loro Accademia, tanto che un giorno, molti, molti anni dopo, avrebbero cominciato a parlarne come dell’Accademia degli Dei”.

Carpe diem…

E leggere rappresenta quell’attimo che vi può cambiare la vita, per sempre.