untitled

 

 

 

 

Quando si diventa una mamma?
È quando nasce un bambino?
Tu non sei nato.
Io sono la tua mamma.

 

Tratto da una storia vera, l’emozionante diario di una mamma che perde il suo bambino all’ottavo mese di gravidanza, un’esperienza devastante, più comune di quanto si possa credere e di cui si parla ancora troppo poco. Un libro toccante e delicato su un tema difficile ma anche e soprattutto un libro sulla perdita e sul superamento del dolore, perché alle lacrime e alla rabbia seguono prima o poi la pace e la forza di ricominciare.

 

Sinossi:
Manca solo un mese alla nascita del suo primo figlio, quando Valeria sente pronunciare dai medici le parole che nessuna madre vorrebbe mai sentirsi dire: “Non c’è battito.” Anche se non ha mai visto la luce, al bambino che per otto mesi è cresciuto nella sua pancia Valeria ha quotidianamente rivolto parole, pensieri, racconti, sogni… Come può accettarne la morte?

Per un genitore la perdita di un figlio è una tragica sovversione del ciclo naturale della vita, un’ingiustizia inaccettabile, una sofferenza atroce che congela ogni cosa e da cui sembra impossibile poter riemergere. Lacerata dal dolore e dalla rabbia, Valeria si chiude in se stessa, finché un giorno non prende in mano carta e penna e inizia a scrivere. E così, pagina dopo pagina, ristabilisce, quasi senza rendersene conto, il legame violentemente interrotto con il suo bambino, e con sé stessa. La vita riprende il suo corso, il sole ricomincia lentamente a illuminare le giornate di Valeria, il mondo recupera colore e calore. E anche se è un buco nero in fondo al cuore, avviene che un giorno il dolore fa spazio ad altre felicità. Bisogna solo avere la pazienza di saper aspettare, il coraggio di farsi aiutare, la speranza che a poco a poco si ritrovi un senso a tutto.

 

 

L’autrice
Silvia Gianatti (Milano, 1978) è giornalista, scrittrice, consulente editoriale. E mamma. Scrive di musica per Vanity Fair, Donna Moderna e Topolino. Si occupa di libri di spettacolo e varia per Mondadori e Longanesi. È consulente editoriale per De Agostini Vinyl. Per Leggereditore ha già pubblicato Guarda che è normale e Guarda che sono due.

Annunci