Blogtour Banner.png

 

Il nostro blog partecipa con sommo orgoglio alla campagna del libro “La torre delle maschere” di Luigi Nardi,  in corso su BookRoad.

Un viaggio incantato, come solo pochi autori possono permettersi di creare.

il link della campagna

https://www.bookroad.it/prodotto/latorredellemaschere/

 

 

 

Oggi iniziamo insieme a parlare dei protagonisti creati dalla fantasia dell’autore: Ciarda MacElvie, Reeford e Joseph Desmerci.

Ciarda MacElvie, la protagonista principale del romanzo, scozzese, cresce in una famiglia di attori. È dotata sin dall’infanzia di una voce melodiosa e ambisce a diventare una lady. Perde gradualmente la propria ingenuità assorbendo suo malgrado i comportamenti della vita di corte. Mettendosi al servizio di Agnes Randolph entra quasi in simbiosi con lei, arrivando ad assomigliarle sempre di più non solo fisicamente ma soprattutto caratterialmente. Ciarda è una persona conscia del proprio talento che imparerà nel corso della storia a sopravvivere di compromessi mettendo a repentaglio la propria moralità. Talvolta sfruttata, talvolta intraprendente, sarà lei la chiave per le sorti della Scozia.

“La pena di Ciarda nasceva dalla novità di dover combattere contro la gelosia di un’altra donna, una lotta a cui era impreparata, e per la quale incolpò Lady Agnes. Non l’aveva istruita contro la principale conseguenza del suo comportamento.”

Reeford, il padre di Ciarda, capocomico della compagnia MacElvie. L’entusiasmo per la nascita di Ciarda, unica figlia femmina dopo tre maschi, si affievolisce progressivamente quando si scopre incapace di crescerla. Abituato da sempre a recitare, essendo la compagnia teatrale un’eredità della famiglia, dedica la propria vita al teatro e mette al primo posto l’istruzione dei figli in tal senso, ma l’educazione di Ciarda differisce da quella dei suoi fratelli e rappresenta una sfida per lui.

“Nemmeno il tempo di calcare le piastre di marmo dell’entrata principale, che gli effetti del prestigioso palcoscenico divamparono: Reeford batté le mani sulla schiena di Ian indicandogli la carrozza che, in quel momento, stava giusto attraversando i cancelli. Uomini in livrea nera, diplomatici o nobili, chiarì, e salutò la buona sorte per quell’ulteriore e raffinato pubblico. La scelta coraggiosa presentava già il suo benefico frutto. Inforcò il braccio della giovane suonatrice, poi quello di Ian, e marciò senza altri indugi verso la guardia all’ingresso.”

Joseph Desmerci, un ambasciatore e vescovo francese, cinico e pratico, protettore del legittimo re di Scozia David Bruce. È proprio Desmerci a incaricarsi il ruolo dell’accompagnatore di Ciarda quando lei si recherà in Francia, alla corte del re, ma invaghendosi di lei, sconfinerà in comportamenti fatali.

 

 

“Sir Joseph era stato l’occulto burattinaio che aveva indotto Ciarda a esigere un provvedimento. Lui, che aveva sposato pazienza e cautela finché aveva potuto, finché la gola tagliata della terza vegliarda non aveva scatenato tumulti irreprimibili. Aveva allora prestato ascolto alle paure della ragazza, fino a quel momento disattese per non compromettere gli interessi suoi e di Lady Agnes, e aveva quindi suggerito a Ciarda di sfruttare il suo ascendente sul re per imporgli un drastico intervento. Era evidente che anche per Joseph Desmerci valeva più uno sporadico passo indietro che un cammino sbarrato del tutto, soprattutto perché l’artefice dei crimini di corte non era stato ancora smascherato.”

 

 

Prossima tappa del 15 Novembre:

I personaggi realmente esistiti, a cura del blog “La stamberga di inchiostro”.

Mi raccomando non perdetevela!

 

Annunci