Review tour “La valle segreta” di Linda Kent. A cura di Alessandra Micheli

67137232_793363704392757_3278985407672352768_n.jpg

 

 

Di qualunque cosa le nostre anime siano fatte, la mia e la tua sono fatte della stessa cosa”

Emily Brontë

Solo un’emozione redime la guerra.

Ed è sarà sempre l’eterno soffio chiamato amore.

E’ questo arcano, straordinario sentimento, celebrato da poeti e intellettuali a rendere le vicende della storia meno traumatiche.

Solo grazie a quella speranza che germoglia nei cuori e che rende l’incontro tra due anime, tra due persone, un incanto irripetibile unico e eterno nonostante la caducità della vita, possiamo sopportare gli orrori che attanagliano il nostro percorso umano.

Nella valle segreta si celebra quest’emozione.

Sullo sfondo di una storia controversa e contraddittoria, fatta di divisioni e massacri, solo l’unione dei due personaggi simboleggia l’unione di una Scozia che ancor oggi, si lecca le sue ferite.

E il coraggio dimostrato da Duncan e Violet di non chinare la testa davanti agli eventi, luttuosi e terrificanti, diventa il coraggio di un paese, di un clan, di non cedere il passo alla perniciosa volontà di essere sottomessi all’atavica legge, tutt’oggi vincente, della divisione.

Con uno stile delicato eppure potente, specie nella narrazione degli accadimenti storici, Linda Kent fa sognare e riflettere.

Rende la storia fruibile anche per chi le ritiene una noiosa cantilena di fatti.

Presenta personaggi credibili e sfaccettati e una figura femminile che si distacca dai cliché previsti dalla narrazione erroneamente chiamata romance, divenendo un racconto coerente e appassionato che mostra e dimostra sopratutto come è possibile creare una letteratura di genere che sia al tempo stesso di evasione ma anche capace di far crescere.

Violet ingabbiata nel suo tempo, con convenzioni sicuramente meno flessibili di quelle da noi oggi vissute come gabbie dorate, è allo stesso tempo stesso più moderna e orgogliosa di molte finte e patetiche eroine dei libri che tanto il nostro sesso oggi ama.

Eroine incapaci di emergere dalla palude di aspettative nelle quali sono precipitate.

Eroine fragili e lacrimose, perse in elucubrazioni prive di senso e di fondamento.

Violet deve adeguarsi alle idee che, in quegli anni, gli ultimi di un 1600 che stava per portare con se frenetici cambiamenti, diventa il simbolo della femminilità ribelle, incarnazione dello spirito di una Scozia che spesso mostra fiera il suo volto, in quella musica e nelle ballate che ancora oggi ci affascinano.

Violet è nonostante la chiusura del suo secolo, capace di ribaltare il suo destino, capace di lottare per cosa crede e di non accettare passivamente i diktat della società rigida che considerava le donne merce di scambio.

Violet è uno splendido esempio di protagonista femminile e l’autrice, l’amabile Linda Kent è colei che sdogana il genere historical romance, dai pietosi abissi di una letteratura che si limita soltanto ad accennare e mai ad approfondire, che regala a lettrici rese esse stesse marionette, soltanto l’apparenza della scenicità.

L’incontro d’amore, sullo sfondo dei secoli è qualcosa di più profondo del lui ama lei.

E’ la forza propulsiva e vitale che ha reso la storia degna di essere studiata.

E’ nei piccoli accadimenti, nelle pieghe dei maestosi eventi, che si cela il vero segreto della nostra evoluzione.

Ama e domina il mondo.

E Duncan E Violet riusciranno grazie alla passione che permea ogni pagina a brillare e comandare i propri destini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...