la Dark Zone non si ferma e ci propone altri favolosi titoli, per tutti gli amanti della buona letteratura. Torna la favolosa Daniela Ruggiero con “Nexium” e il talento malinconico di Daniel di Benedetto con “Hic et Nunc”. E mica potete perdeveli!

94986622_3082920058427350_3124598594854715392_n

La porta della sala comando si apre, non mi volto, sarebbe superfluo, so chi è entrato. « Parli ancora con lei ? » chiede Nicolas raggiungendomi.

« Proteggo il mio popolo. » Mi volto e lo guardo dritto negli occhi. « Il mio compito è questo, proteggere Nectunia. »

« Loso. È anche il mio. » Lo afferma con decisione irritandomi.

« Nicolas… » Lui alza una mano.

« Sento i tuoi pensieri, le paure, la rabbia e ogni sorta di emozione. Condividiamo un trasmettitore biologico, nel caso te ne fossi dimenticata.»

« Come potrei ? Me lo rinfacci in ogni occasione. » Lui abbozza un sorriso.

« Questo vantaggio su di te mi dona una soddisfazione grande quanto quella di baciarti, Generale.»

« Non osare, Colonnello. Credi che ti abbia perdonato ? »

« Per cosa ? » Serro le labbra e lui mi afferra per i fianchi. « L’Ordine ha inviato una spia nella nostra casa con il mandato di ucciderti, avrei raso al suolo Nexium se tu non fossi tornata da me. »

« Non dirlo… Ti prego, Nicolas, non dirlo. Il tuo compito è proteggere il nostro popolo. » Lui mi bacia prima che possa proseguire nel solito sermone. La sua mente si schiude per me e scorgo tutto l’amore che prova e mi fa paura.

« Generale Amber » tuona Nime entrando a grandi falcate. Nicolas e io ci allontaniamo ed estraiamo le pistole dalla fondina. Le puntiamo dritte contro di lei che non accenna a scomporsi. « Sei impazzita ? » chiedo rude. « Avremmo potuto ucciderti. »

« Anch’io mentre amoreggiavate. »

SINOSSI

Nella città di Nectunia, che sorge in fondo agli abissi, il Generale Amber è con le spalle al muro. La dichiarazione di guerra di Nicolas alla città di Nexium, capitale dell’Arca e sede dell’Ordine, la costringe infatti a mettere insieme un esercito di donne e uomini nati liberi, con il quale prepararsi alla battaglia finale.

Nel frattempo Elèna si addestra per il grande giorno, coltivando il sogno di ritrovare la sua famiglia e vendicare la morte dell’amica Cristina. Anche Nime e le sue amazzoni sono pronte a conquistare la superficie, mentre la Grande Madre per la prima volta apre gli occhi e rinasce a nuova vita. Tutto è pronto, lo scontro decisivo tra ribelli e sostenitori dell’Ordine può cominciare.

Un romanzo avvincente, che parla di eroismo e libertà attraverso la voce delle sue protagoniste, donne uniche e coraggiose, pronte a spingersi fino all’estremo pur di far trionfare l’amore e la giustizia.

Gli occhialini mi proteggono gli occhi dall’acqua modificata dagli istruttori e la tuta diventa una barriera per la pelle. Sono stati inseriti alcuni coloranti e un paio di sostanze irritanti sotto lo stretto controllo degli ingegneri per rendere reale ciò che potremmo incontrare fuori dalla nostra casa. Siamo nati liberi, penso. E  morirò libera accanto alla mia famiglia. Nuoto con più forza, spingendo al massimo e perdendomi nel pensiero di quanto mia madre mi manchi, fin quando dal fondo della vasca si alzano alcune alghe nere che mi afferrano le caviglie, trascinandomi verso il basso. Afferro il coltello laser dalla tasca laterale con l’ansia che mi fa battere il cuore nel petto. I movimenti inconsulti non mi permettono ti tenere saldo il fendente che mi sfugge di mano. Sono spacciata, penso, mentre vengo spinta verso il fondo da una forza cui sono incapace di ribellarmi.

 

Biografia

Daniela Ruggero nasce a Torino il 30 Settembre 1976, sposata e mamma.

Nella vita di tutti i giorni è un’infermiera mentre nel tempo libero scrive. E’ una lettrice compulsiva dipendente dal genere Horror e Noir. Ama il Fantasy in tutte le sue sfaccettature, ma non disdegna una buna storia anche se non fa parte di queste categorie. Ama le serie televisive come Supernatural e simili e Dexter Morgan è il suo serial killer preferito. Ha pubblicato due romanzi con Rizzoli per la collana YouFeel. Collabora come blogger per la DarkZone.

Autrice della Saga Dark Fantasy I Guardiani degli Inferi

  • La sposa Oscura
  • Genesi
  • Legami di sangue
  • Giuramento di sangue
  • Risveglio
  • Tradimento (ultimo volume della saga)
  • Origini ( I racconti) 4 agosto 2018

AUTO CONCLUSIVI

  • Poison Romance Contemporaneo auto pubblicato 04\09\2015
  • Il Cucchiaio Magico: in collaborazione con l’autrice Francesca Pace un libro di cucina e magia ispirato alle tradizioni erboristiche e “magiche” delle spezie casa editrice Astro Edizioni.
  • Eredità Proibita. Scritto a quattro mani con Doranna Conti. Edito YouFeel Rizzoli
  • BROKEN ( Romance Contemporaneo)
  • DUST dark romace
  • ASH spin off di DUST
  • NECTUNIA Distopico (1 volume di una dilogia) Edito Dark Zone Edizioni, Romanzo vincitore del trofeo per la fantascienza italiana Cassiopea 2019. Vincitore del premio Book For Pace 2019 tema Ambiente
  • MIA New adult edito Dark Zone Edizioni
  • STREET LOVE: suspace romance 11 Gennaio 2020
  • NEXIUM Distopico (2 volume di una dilogia) Edito Dark Zone Edizioni

 

Scuoto la testa frastornata, non posso e non voglio capacitarmi di ciò che provo, e che ho provato. Che cosa mi sta accadendo ? Mi chiedo mentre i battiti del mio cuore accelerano. « Grande Madre ? » Il mio ologramma Sandy prende forma. La guardo, ma impiego parecchio tempo a vederla davvero. I miei pensieri sono rivolti altrove. « Grande Madre » incalza lei. Fiamme e dolore. Aghi. Qualcosa brucia attorno a me. Occhi di ghiaccio che mi bucano il cuore. Volto la testa in diverse direzioni, alcune immagini si susseguono nella mente come piccoli lampi. « Richiedo soccorso immediato » dice Sandy. Vorrei rispondere che sto bene, che tutto è nel posto giusto, ma non sarebbe vero, tutto è sbagliato io per prima. La porta si spalanca e alcune figure in camice bianco irrompono come un plotone nella mia stanza. Indietreggio di qualche passo, non desidero che mi tocchino, ma i miei desideri non sono contemplati e prima che possa dire qualcosa, sono immobilizzata e degli aghi mi bucano la pelle. « Si sentirà meglio. » Scivolo nell’ombra perseguitata da quegli occhi di fuoco.

 

***

95098089_2913559378724834_5902075583499599872_n

 

Sugli spalti del Purgatorio Stadium le anime del limbo, alla ricerca di quiete e di posti per l’eternità, fremevano e gremivano l’impianto in ogni ordine di posto. In sala stampa la voce inconfondibile di Eugenio Bramotti, il più famoso telecronista di tutti i tempi, sembrava carico a pallettoni per raccontare l’evento. «Buonasera amici ascoltatori del mondo dell’Aldilà. Benvenuti al Giorno del Giudizio. Questo è l’Armageddon. Bene contro Male. Misericordia contro Cupidigia e Ferocia.

È  tutto pronto! Nessuna sorpresa nelle formazioni ufficiali, confermate le attese della vigilia. Il Paradiso si schiera con la linea difensiva composta da San Paolo, San Siro e San Nicola di Bari, detto il Trio Stadio, a protezione di San Gigi da Carrara tra i pali, confermatissimo al suo posto in saecula saeculorum. Centrocampo di qualità con San Francesco e Sant’Antonio Abate sulle fasce, San Pellegrino a dare brio alla manovra con le sue mosse frizzanti e il sudamericano Santana con i famosi piedi che sembrano un assolo di chitarra. San Gennaro fantasista, classico numero dieci, dietro le due punte, il francese San Bitter e il centravanti di sfondamento, Santo Rocco. «L’Inferno risponde con Giuda Iscariota in porta, difesa con Cerbero e le sue tre teste che occupano tutto lo spazio a disposizione, in mezzo al campo Azaziel e Abadon, con l’africano Asmodei, e Belzebù a bruciare le fasce. Davanti, tridente ultraoffensivo con Belfagor, Guayota e il misterioso Lilith. «Arbitra l’incontro il signor Ponzio Pilato della sezione di Gerusalemme. Fischietto in bocca… partiti!»

 

La sfida è stata lanciata.

Ogni giorno, ciascuno di noi si trova suo malgrado davanti a un bivio. Scegliere una strada invece di un’altra non è mai facile. Ogni decisione può determinare un cambiamento a cui bisogna farsi trovare pronti. E’ quello che accade ai protagonisti di questi tredici racconti, ognuno dei quali è alle prese con una prova da affrontare, proprio come accade a tutti noi. Davanti ai loro occhi si presentano le sfide più difficili da superare. Quelle verso le nostre paure, i dubbi, le insicurezze e i nostri blocchi mentali.

Istinto, ragione, cuore. Ogni prova è una rinascita e una conquista. Un cambiamento forse risibile, per qualcuno più importante, per altri ancora imposto dal Destino o da altre persone. Bisogna saperci fare i conti, in ogni caso. Occorre essere disposti a perdere tutto e ricominciare.

La sfida è stata lanciata. Adesso, tocca a te.

 

Ricordo la prima volta che ci ritrovammo tutti e tre, soli, nella stanza dell’ospedale. Avevi poche ore di vita e ancora non ero riuscito a prenderti tra le braccia. Piangevi disperato, e tua mamma ti allungò verso di me come a volermi mettere alla prova. Il battesimo da papà. Ti accolsi tra le braccia, temendo di romperti in mille pezzi per quanto eri minuscolo. D’improvviso, tu smettesti di piangere. Ti  stavo cullando per la prima volta e sembrava tu sapessi esattamente chi fossi io. Tuo padre. Ecco vedi, Matteo, io ti auguro un giorno di avere la fortuna di poter stringere tra le braccia un figlio. Come ho fatto io, con te. È la sensazione più forte e appagante possa esistere al mondo. Davvero.» Matteo mi abbraccia forte, senza preavviso. Il calore che mi trasmette è un fluido di cui sentivo un bisogno atavico. Linfa vitale. Non ricordavo di aver mai vissuto una sensazione così avvolgente e intima. È  conquistato, forse per la prima volta nella sua vita, dalle mie parole.

Biografia

Daniel Di Benedetto nasce a Torino il 21 ottobre del 1981 e tuttora, nonostante tutto, vive da quelle parti.

Ha iniziato a scuola a raccogliere pensieri su decine di bloc notes e quaderni, cercando di migliorarsi sempre e alla ricerca continua e perenne di uno stile narrativo riconoscibile e efficace.

Nella seconda metà del 2016 inizia una splendida avventura. Il suo romanzo breve dal titolo “Per non perderti” vede la luce grazie a Francesca Pace che decide di farlo entrare nella propria squadra. Diventa così a tutti gli effetti un autore della DZ EDIZIONI, venendo soprannominato affettuosamente “Il lato intimista della Dark Zone”. Con questa casa editrice a maggio 2017 pubblica il nuovo romanzo dal titolo “Waiting” .

Questo romanzo, che punta tutto sulle emozioni reali della vita e gioca con i vari tipi di attesa che si possano avere nelle diverse età, conquista subito una buona fetta di pubblico e ottime recensioni. Il libro piace tanto da andare in ristampa dopo appena una settimana dal lancio, avvenuto al Salone Internazionale del Libro di Torino.

Nel maggio del 2018 è il turno di un nuovo libro, “Il senso della colpa”, un romanzo che strizza l’occhio ad alcune venature noir, nato da un vecchio racconto rimasto per anni chiuso in un cassetto, rimodellato e riscritto per l’occasione.

Tre, più una. Le regole del gioco sono sempre state ben definite, fin dal primissimo istante. Il bersaglio non deve mai essere perso di vista, per nessun motivo. Non ha nazionalità né ruolo nella società che tenga. E Simone lo sa. Quello che non vorrebbe sapere, non questa volta, è il nome e il sesso del bersaglio che sta tenendo sotto tiro da un tempo ormai indefinito. Davanti ai suoi occhi, ben fissata nel mirino a infrarossi del fucile, che ormai è la prosecuzione quasi naturale del suo braccio, c’è una donna dai capelli mossi e dalle gambe toniche e abbronzate, intenta a leggere un libro. Eloise. E  per farlo hanno chiamato lui. Il  migliore. L’infallibile. Nella sua mente per un istante impercettibile prende forma una sensazione nuova e improvvisa. Un desiderio caldo e avvolgente che va oltre il senso del dovere, da sempre così marcato in lui. Riflesso nel viso di Eloise ci sono il rimpianto e la consapevolezza verso una vita che, volenti o nolenti, non sarà mai più la stessa di prima. Un ordine non si discute, mai e per nessun motivo al mondo. Si esegue.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...