Review Party : “Una nuova vita” di Kerry Fisher, Casa Editrice Nord. A cura di Francesca Giovannetti

 

nuivacr fisherKate, Sally e Giselle: tre donne, tre vite, tre storie. Ma il protagonista indiscusso del romanzo si chiama “social network”.

L’eterno dilemma su ciò che è e ciò che sembra. E i social sono il mezzo perfetto per far saper ciò che vogliamo, non far trasparire le problematiche familiari e dare un’immagine falsata per il bisogno viscerale di essere invidiati e ammirati. Uno specchio che riflette solo ciò che vogliamo.

Ah! Se le case fossero di vetro!

Tutte le famiglie felici si somigliano, ogni famiglia infelice è disgraziata a modo suo.

Kate, Sally e Giselle vivono ognuna il proprio dramma, in solitudine. Ma c’è un prima e un dopo.

Prima è una lotta continua a salvare le apparenze, dietro sorrisi di circostanza e saluti formali, falsa cordialità e gelosie.

Dopo cade il velo ed è come se il libro ci permettesse di respirare.

L’autrice libera i personaggi e i lettori, con confessioni catartiche che permettono di guardarsi negli occhi: stavolta limpidi, sinceri e solidali.

Ogni fine è un nuovo inizio, un’opportunità appunto per Una Nuova Vita.

Un romanzo che fa riflettere su noi stessi, sui nostri sogni infranti o realizzati.  “Avrei potuto ma non ho voluto”, “non ho voluto ma avrei potuto”. Perché si cresce, si cambia, si evolve. I desideri che avevamo a venti anni non sono quelli dei potremmo avere a quaranta. E allora? Come comportarci? Bisogna decidere, dolorosamente, cosa fa più male: l’accettazione o il cambiamento? Non esiste una risposta. Ogni individuo è fatto dalle esperienze che lo hanno formato. Non esiste una ricetta universale…magari! O forse no…non bisogna aspirare a quello, altrimenti i colori del mondo si spegnerebbero. Siamo tutti uguali ma siamo tutti diversi. La meraviglia dell’umanità sta in questo, nelle nostre sfumature imperfette.

Quello che ci insegna l’autrice, il messaggio forte che passa è che uniti si è più forti. Ma dobbiamo essere capaci di unire le nostre vere nature, avere il coraggio di spogliarci delle apparenze. Se qualcuno accetterà chi siamo , solo allora i polmoni si riempiranno di aria fresca e nuova.

Un romanzo sull’accettazione di sé e dell’altro. Di una madre nei confronti di un figlio, di una donna nei confronti di un’amica, di un uomo nei confronti di una donna. Solo così resteremo in piedi, uniti, finalmente consapevoli che le nostre debolezze possono essere scoperte, ma non sui social, non nel mondo che fagocita frasi e immagini buttandoli nel tritacarne dell’etere. I social sono un mondo effimero, a parte. La realtà siamo noi.

Un romanzo consigliato, pieno di vita e di emozioni pure.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...