Blog tour La figlia dimenticata di Armando Lucas Correa. “I personaggi del romanzo”. A cura di Alessandra Micheli

un libro non è fatto solo di ambiente, stile e intrecci.

Il libro racconta una storia e nel raccontarla si occupa di persone. Amori, sofferenza, sogni e ideali tutto si mischia dentro quello straordinario essere definito umano.

E cosi quando leggiamo vogliamo che il personaggio esca dal libro si sieda accanto a noi e ci racconti tutto ciò che si cela nel suo cuore. E quindi per comprendere la bellezza ma anche il significato del libro bisogna fare parlare le pagine, circuirle affinché esse rivelino i loro reconditi segreti.

Nella figlia dimenticata i personaggi che ruotano attorno alla complessa e purtroppo realistica vicenda sono molti.

Però io vado controcorrente e vi rivelo quelli che sono il vero fulcro dell’intera storia e che fungeranno da burattinai dei destini di ognuno.

Il primo personaggio sarà, inutile dirlo, la guerra e il suo substrato valoriale.

Valori distorti che intendevano individuare il nemico nel diverso che da cittadino diventerà ebreo. E cosi i destini vengono totalmente modificati. Gli amici si trasformeranno in demoni rei di indebolire l’assurdo sogno ariano di perfezione.

E’ su questo dramma sociale e psicologico che si muoverà Amanda una donna dalla sensibilità spiccata, amante dei libri e dei fiori, che dovrà compiere scelte terribili.

Viera la figlia maggiore l’ombra che stranamente diventerà l’unico legame possibile con il passato e con la propria identità messa a rischio. Julius il padre, medico dedito alla sua professione che pagherà la dedizione alla cittadinanza con la fine più tremenda. Lina, vittima degli eventi, colei che rischierà di perdere non tanto la vita quanto se stessa e la sua coscienza.

Sullo sfondo di un mondo da dimenticare, in cui ancora aleggia il nostro senso di colpa altri personaggi, apparentemente secondari di volta in volta daranno un sorso di speranza a questo interno sceso in terra.

Il primo atto di compassione sarà quello del soldato delle SS che combattendo contro la manipolazione mentale, alla programmazione effettuata dal partito, crederà per primo nel precetto ebraico proclamato da Gesù davanti ai discepoli: l’uomo viene prima del sabato.

Prima di ogni pregiudizio, prima di ogni ideali, prima di ogni assurda convinzione razziale. E sarà il combattimento contro se stesso il letiv motiv si tutto il testo.

Ogni personaggio compirà una vera e propria guerra contro la parte peggior del proprio io venuta fuori in quei tempi senza umanità.

Ci sarà Frau Meyer che pur non comprendendo la scelta di Amanda si comporterà come la sua anima suggerisce: sospendendo il giudizio e cercando di realizzare il disperato sogno di una madre.

Ci sarà la dolce Claire che se ne fregherà dei legami di sangue e aprirà il proprio cuore a un amore che è come un mare impetuoso capace di sfondare ogni diga.

Ci sarà Danielle che supererà la gelosia infantile per diventare una donna, soffocando il dolore e agendo per difendere la vita della sua sorella acquisita.

E ci sarà la bellissima maestosa figura di padre Marcel che il precetto cristiano ama il prossimo tuo lo tatua dentro di se, fino a far sgorgare dalle ferite il sangue per purificare ogni atto contro la vita.

Tutti uniti, tutti assieme per impedire al male non tanto di trionfare, Perché in fondo Hitler per un periodo trionferà, trionfa oggi che si rinnega l’olocausto.

Ma perché non abbia la vittoria che tanto agognò: far diventare l’uomo un essere senza anima, senza compassione, senza coscienza. Spersonalizzato e infarcito di folli proclami, con la sospensione totale del senso critico.

E allora eccovi l’altro protagonista, un libro, un semplice libro, chrysentenum carminatum, che non permetterà mai all’oblio dell’orrore di portare le sue tenebre sulla consapevolezza.

Che non permetterà mai alla luce fievole ma viva della speranza di spegnersi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...