Il blog consiglia “Il destino di Atena” di Mattia Vanfiori, PAV edizioni. Da non perdere!!!

«Ogni volta che chiudo gli occhi e mi addormento, mi appaiono quattro ombre: tre hanno forma umana, la quarta sembra quella di un gufo reale, che se ne sta ritto sul braccio di una delle tre ombre umane».

«Descrivimi queste ombre. Sono adulti? Bambini? Maschi o femmine?».

«Non sono né adulti, né bambini, sembrano una via di mezzo. Una è femmina, maschi le altre due. La femmina sta in mezzo ed è la prima a parlarmi e a porgermi il braccio. Alla sua destra sta il maschio fastidioso che sembra voglia gettarsi su di me. Alla sua sinistra, invece, sta il maschio più alto ed è sul suo braccio che poggia le zampe il gufo reale».

«Riesci a capire dove ti trovi nel sogno?».

«No, è tutto molto buio. Una cosa è certa, non mi trovo in Paradiso».

Atena pronunciò quell’ultima frase con sollievo, poiché rabbrividiva all’idea che qualche essere umano potesse violare il nobile Paradiso degli uccelli.

«Cos’altro hai sognato?»

«Più o meno le stesse cose, ma l’ultima volta il sogno è stato un po’ diverso. Solitamente ogni qual volta la femmina mi porge il braccio, io mi sveglio ancor prima di decidere cosa fare: se allontanarmi o accostarmi a loro. Stavolta il sogno è durato di più e io ho potuto prendere una decisione».

«E cosa hai fatto?».

«Mi sono allontanata, ignorando i loro continui richiami. A quel punto, però, un’oscurità ancora più fitta piombava su di me e quando finalmente giungevo in Paradiso…».

S’interruppe, avvertendo un nodo alla gola. Zeus non le mise fretta e aspettò paziente, intuendo che la civetta si stesse trattenendo dallo scoppiare in lacrime.

«Trovavo il Paradiso distrutto e tutti gli uccelli morti miseramente», concluse Atena con voce rotta.

Trama:

Zeus, la fenice di diamanti, viene rapito dall’avido Paride, che condanna così il Paradiso degli uccelli a scomparire. L’unica che può salvarlo è la civetta Atena e per farlo dovrà imparare a fidarsi di Cassandra, Diomede e Agamennone, tre adolescenti pronti a seguirla.

Tra fidati compagni e temibili nemici, le scelte della civetta modelleranno le sorti di un’intera specie.

L’autore

Vanfiori Mattia è nato il 12 luglio 1995, a Canicattì, Sicilia. Ha conseguito il diploma presso l’istituto d’Istruzione Superiore Statale “Giudici Saetta e Livatino”, indirizzo Psico pedagogico, Ravanusa.

Le sue passioni sono la lettura e la scrittura.

Ha vinto il premio Medaglia del concorso letterario “Socc’mel che canzone!” 2017-2018, con il racconto “In cosa crede Dio” inserito in una antologia edita da Edizioni del Loggione.

Ha pubblicato il suo primo romanzo di genere fantasy con Pav edizioni, dal titolo “Il destino di Atena”.

Ha partecipato al concorso letterario R come Romance 2020, con “Vita Nuova, Vecchia Storia”, risultando finalista nella categoria “A come Amore” e al primo posto nella categoria “Miglior romanzo Under 35”.

È risultato tra i 16 finalisti del Terni Horror Fest 2020, con il racconto “La bambina”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...