Review Party: Julie Caplin, “Un tè con biscotti a Tokyo”, Newton Compton Editore. A cura di Francesca Giovannetti.

Julie Caplin trasporta. Ecco la parola chiave. Prende il lettore e lo porta via, in Giappone. L’atmosfera d’Oriente esce dall’inchiostro e avvolge. Una cultura saggia e antica che rinfranca lo spirito. Fiona, schiva e poco intraprendente, insicura e oppressa da una madre ipocondriaca, fa il grande salto e decide di accettare il tutorato di due settimane presso un prestigioso fotografo giapponese; ma con sua grande sorpresa non sarà lui a fargli da mentore: si trova infatti affidata a Gabriel Burnett, Gabe, di cui ha già fatto la conoscenza dieci anni prima.

E l’inizio è burrascoso. Gabe, professionista ormai arrivato al successo, ha perso quella passione viscerale che sta sbocciando in Fiona. 

Due personaggi straordinari che si completano in maniera perfetta. Fiona ha poca stima di sé, si avvolge in un brutto cappotto portando il peso della sua giovane vita, Gabe è arrogante e famoso, sembra avere il mondo ai suoi piedi, ma ha il cuore maltrattato da una relazione finita e che si riaffaccia dolorosamente, a tratti.

Il rapporto fra i due è bilanciato, vivo e schietto. Sono due metà che hanno bisogno di completarsi.

Sullo sfondo, protagonista indiscusso, il Giappone, con le sue tradizioni di meditazione e silenzi, con il rito del tè, che porta calma interiore solo nei gesti ipnotici delle maestre di tè, perché non si tratta della bevanda, ma del rituale. E accanto all’antico ci sono le nuove generazioni, quelle rappresentate dalla giovane Mayu, eccentrica e scatenata, nipote dell’anziana Haruka e figlia di Setsuko: tre donne, tre generazioni della terra d’Oriente. Ognuna di loro rappresenta una faccia della cultura nipponica. Fiona le conosce, le fotografa, le ammira e a tratti le invidia, ma soprattutto, impara. Assorbe quanto più cose può, consapevole del poco tempo che potrà trascorre in quella terra lontana di cui assapora tutto, non per ultimo, il cibo. Il libro è una tavola imbandita, un’esplosione di sapori in cucina, raffinati, eleganti, presentati con il dovuto rispetto.

Una protagonista che cresce ed evolve, che diventa donna sotto gli occhi dei lettori. Si va oltre la romantica storia d’amore, si va più a fondo, scavando in animi che hanno bisogno di tornare alla vita.

Un libro dolcissimo, come il tè con i biscotti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...