Nuovi imperdibili titoli di Horti di Giano edizioni. Cosa aspettate?

Produco Veleno è il titolo della prima raccolta di poesie di Silvia Temponi, giovanissima poetessa non ancora maggiorenne, che entra nella famiglia della Casa Editrice Horti di Giano. Una raccolta che conduce il lettore a guardarsi dentro, a riconoscersi e, come una fenice, rinascere dalle proprie ceneri.

Disponibile dall’11 Dicembre 2020 sul sito dell’editore (www.hortidigiano.com) e in tutti gli store online e prenotabile nelle librerie.

“Siamo codardi.
Ridiamo e ci comportiamo
come se tutto andasse per il meglio.
Siamo codardi.
Incapaci di togliere le maschere,
fingiamo ogni giorno.
Siamo codardi.
Tutti attori e attrici
ma della propria vita
sempre comparse.”


In un periodo storico nel quale è più importante apparire che essere, dove non è possibile mostrare le proprie debolezze e l’unica soluzione per esistere è omologarsi alla massa e nascondere tutto ciò che può farci percepire come “diversi”, questa raccolta è un balsamo per l’anima, dedicata a tutte le anime sensibili e ai cuori fragili, che contiene un messaggio: sensibilizzare le persone a guardarsi intorno, a calare le proprie maschere e cogliere i propri bisogni e i bisogni altrui.
E cercare di smentire Pirandello, quando diceva: “Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti”.

L’autrice
Silvia Temponi vive a Napoli e frequenta l’ultimo anno del Liceo delle Scienze Umane. Inizia a
scrivere prima sul web, tramite le piattaforme di Tumblr e Wattpad, riscuotendo un discreto successo.
Prima classificata in poesia alla ventitreesima edizione del premio internazionale “Emily Dickinson” nella sezione giovani esordienti, decide di concretizzare la sua passione per la poesia con una raccolta.
“Produco Veleno” è la sua prima pubblicazione; una storia di evoluzione, di profonda crescita,
dedicata a tutti i cuori fragili.

***

Il caso dei graffitari continua e l’investigatore Thomas Hardy è chiamato a far luce su questo mistero, che prende vita nella nebbiosa e tenebrosa Tap Town.
Roberto Monti torna sotto i riflettori con Blood Red Paint, un nuovo romanzo noir/hard boiled
pubblicato dalla Casa Editrice Horti di Giano. Un poliziesco fuori dagli schemi, con una
rappresentazione realistica del crimine. Disponibile dal 4 dicembre 2020 sul sito dell’editore
(www.hotidigiano.com), in tutti gli store online e nelle librerie d’Italia.

“Tap Town non dorme mai sonni tranquilli. Il detective Thomas Hardy deve indagare sul caso dei writers, teppisti armati di bomboletta spray che imbrattano ogni superficie della città del
crimine. Per Hardy sembra quasi una punizione essere stato relegato su un caso di secondo piano, ma altri crimini si intrecciano alla sua indagine e lui, indirettamente, riesce a incrociare e confrontare le tracce a suo piacimento. Così la Street Art, costantemente sul confine tra arte e vandalismo, diviene il centro di tutto in una cupa metropoli dell’illegalità, in cui ogni abitante ha sempre un proiettile col suo nome scritto sopra. Dall’autore di Blue Room Hotel, il secondo capitolo della serie noir “I Delitti di Tap Town”, che sta conquistando i lettori
del genere poliziesco per quel suo stile diretto e senza mezze misure che lo contraddistingue.”


Un testo adatto a lettori curiosi, amanti dei libri realistici pieni di indizi, per coloro che sono
sempre dalla parte della giustizia e sono disposti a scoprire la verità a tutti i costi, e anche per
chi ama la sorpresa e non dà nulla per scontato.
Un libro che ti lascerà attaccato alla pagina fino all’ultima riga!
Perché per Thomas Hardy i delitti di Tap Town non possono restare impuniti, ma si sa,

nella città del crimine c’è sempre qualcuno che agisce nell’oscurità.

L’autore

Roberto Monti nasce a Voghera ma vive a Pavia. Classe ’83, nel 2002 vince alcuni concorsi letterari
e ottiene la pubblicazione dei suoi racconti su alcune antologie.
Crea l’universo narrativo La Casa di Bob, intraprendendo un viaggio che lo condurrà a far conoscenza con molti bambini nelle scuole nel ruolo di Cantastorie, dando anche vita al Blog Papà in Fasce, dove racconta la scoperta di quella che ha chiamato “Paposità”.
Nel 2019 esce il suo primo romanzo noir Blue Room Hotel (Edizioni Horti di Giano), dopo il quale
ha preso il via la collaborazione con la casa editrice per realizzare anche un graphic novel incentrato sulle atmosfere noir di Tap Town, che uscirà nel 2021.

***

Due regni vicini fisicamente, ma distanti anni luce: il Regno del Nord in una distopia corrotta ed
egoista, il Regno del Sud utopico che persegue obiettivi quali la condivisione e il sostegno del suo
popolo. Sono in guerra, eppure scopriranno una verità che va al di sopra delle loro convinzioni.
La Foresta dei Fiori d’Acciaio è il titolo del romanzo d’esordio di Anthony C., nuovo arrivato tra le
pubblicazioni della Casa Editrice Horti di Giano. Un fantasy che, attraverso un racconto verosimile
alla realtà di oggi, tratta argomenti spinosi sui quali tutti, prima o poi, siamo chiamati a riflettere.

Disponibile dal 7 Dicembre 2020 sul sito dell’editore (www.hotidigiano.com), in tutti gli store online e nelle librerie nella sua versione italiana e in inglese dal 17 dicembre prossimo.


«In principio c’era l’oro, dopo l’oro venne l’argento, dopo di questo venne il rame e infine ci fu il ferro».

Così inizia questa storia segnata da confini e differenze radicate, sulla linea di demarcazione che separa due Regni distanti per usanze, credenze, principi e moralità. Un’ucronìa che racconta un futuro alternativo in cui qualcosa sta cambiando. Due Regni divisi da un’immensa foresta di metallo: la Foresta dei Fiori d’Acciaio, circondata da altissime mura e accessibile da otto portali, sorvegliati dai Reggenti. Ma la foresta si sta arrugginendo e una guerra è alle porte. I quattro Reggenti del Sud, durante il loro cammino scopriranno una verità che va al di là dei regni, dei loro ideali, delle sue pagine.

Anthony C. ha magistralmente messo in scena la metafora dell’attuale situazione socio-politica i cui temi centrali (clima, economia, guerra, relazioni sociali), toccano quei punti che dovrebbero permettere al genere umano di far innescare la scintilla di una nuova consapevolezza.”
Un testo adatto a lettori di tutte le età ma che, attraverso una narrazione fantastica, li condurrà a
conoscere temi controversi quanto centrali della società di oggi.
Perché se comprendere è impossibile, conoscere è necessario.

L’autrice

Anthony C. è nato nell’anno del Grande Fratello in una malfamata periferia di una grande metropoli.
Sin da piccolo ha mostrato la sua brama di sapere che lo hanno portato ad appassionarsi di scienza, di storia, d’informatica, di cinema e ogni disciplina che potesse accrescere la sua conoscenza, sia teorica che pratica. Tutto questo però senza mai seguire un percorso lineare, come il passare dalle montagne scozzesi alle spiagge californiane per poi sostare nel Bel Paese.
È molto intollerante con gli stupidi, non sopporta la palese ipocrisia e detesta il sentimentalismo da talk show.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...