“Il passato è una notte dickensiana” di Alice Briscese Coletti, Eretica edizioni. A cura di Pietro Sanzeri

Alice Biscese Coletti, poetessa, saggista ed editor trevigiana trapiantata a Milano esordisce con la prima silloge poetica dal titolo citazionistico Il passato è una notte Dickensiana e ricorda la poetessa morta suicida nel 1941 Marina Cvetaeva.

La sillogee un susseguirsi di rottura degli schemi poetici, un viaggio attraverso le quattro aree tematiche che ci porta ad affrontare argomenti un po’ forti un po’ dissacranti, un po’ indagatori degli stilemi contemporanei, un po’ lirici.

Si inizia con il saper scrutare attraverso le parole questa cecità nell’animo oscuro del tempo interrotta dal fluire delle parole di un altro poeta William Somerset Maugham e la sua giostra: “non è la Grecia che andavo a vedere, ma la terra dei miei ideali”.

Gli ideali poetici di Alice travalicano la natura effimera delle parole facendoci immergere nel ricordo del mondo che fu.

La prima parte affronta il mondo stereotipato dove l’ignoto è un mostro che ci fa paura, la trasfigurazione dell’io in cui emergono le mie prigioni e tutti gli abissi nascosti nel vizio che culminano in una citazione di Allen Ginsberg e una generazione del Niente, passando per il Tempo degli Assassini di Henry Miller.

Passando alla seconda parte si fa uno sbalzo indietro verso gli anni 90’ con i problemi adolescenziali del College, gli amori folli e le sigarette di contrabbando e l’esplosione di colore dalle capigliature eclettiche e Body Electric sparata a tutto volume.

La terza parte è un viaggio nel tempo attraverso le magnifiche rovine dell’antica Grecia, tra tragedia e commedia miti lontani e sogni millenari.

Nella quarta parte si canta l’amore puro e semplice, una metamorfosi di attimi raccontati in maniera naturale a volte tristi, persi nel tempo; altre volte un hurrà al cielo stellato, al volo di farfalla… Le tristi note del nostro eterno incontro sono pagine bianche di un idillio mai scritto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...