“Il lago verde” di Edoardo Guerrini, Le Mezzelane edizioni. A cura di Barbara Amarotti

Ettore vive a Torino e lavora a Novara nella Polizia Provinciale, la sua è una vita normale: divorziato, un figlio ventenne che vive a Roma con la madre, le preoccupazioni legate al lavoro.

Fino a che nel suo ufficio non entra Angela, una vedova affascinante che sospetta che ci sia un traffico di smaltimento illegale di rifiuti all’interno di un capannone di sua proprietà.

Tra i due scatta presto la scintilla che li porterà a un livello ben superiore rispetto a quello professionale, ma il proseguo delle indagini li costringerà a separarsi.

Un romanzo, questo, che tratta in modo approfondito il problema delle ecomafie e della corruzione che gira intorno al business dei rifiuti, senza per questo lasciare in secondo piano il potenziale umano.

Così troviamo in Ettore un uomo dedito al proprio lavoro che, tuttavia, non nasconde il lato intimo, quando si mostra sofferente per la propria situazione familiare e anche quando, traendo ispirazione dalla forza di Angela, lascia un lavoro che ama per stare più vicino al figlio.

Angela, da parte sua, dimostra un carattere non comune andando contro alla sua famiglia pur di proteggere il figlio e ottenere giustizia per il marito.

Due protagonisti forti, determinati, i cui destini sono indissolubilmente legati sotto il cielo di Novara.

Un libro forte, attuale, troppo attuale, che non vi potrà che sconvolgere e coinvolgere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...