“Velocità Curvatura” di Alfonso Stile. A cura di Gaia Puccinelli

Con questo tecno-thriller, Alfonso Stile ci trasporta in un ambiente degno di un film d’azione hollywoodiano, che ha per protagonisti dei soldati che sembrerebbero come tanti altri, ma che in realtà hanno qualità che li rendono gli unici in grado di assolvere alla missione in questione.

E la missione, in questo caso, è più che impossibile.

Per questo vengono scomodati tre soldati scelti Jhon Marshall, Manuel Ortega e Nick Brown, che allo scioglimento della loro precedente squadra, la Command Equipe, si erano ricostruiti una vita al riparo dagli eventi militari del mondo.

Ma per loro non è ancora arrivato il momento della pensione, e quest’ultima missione metterà tutti e tre in seria difficoltà, facendoli scontrare con i loro demoni interiori, vecchi e nuovi, sullo sfondo di un’isola selvaggia contaminata da avanzatissima tecnologia militare.

In un clima da Guerra Fredda prolungata, non possono mancare equipaggiamenti tecnologici di ultima generazione, che ci fanno capire che qui si fa sul serio e che danno al racconto una sfumatura più che contemporanea, quasi futuristica, in cui sono protagoniste le idee visionarie di qualche scienziato innamorato della scienza.

Sebbene in alcuni punti lo stile risulti troppo solenne e ridondante, la narrazione non perde mai la linearità, riuscendo a trasmettere l’adrenalina e la concitazione di una missione a tempo che lascia il lettore con il fiato sospeso in più di un’occasione.

I colpi di scena non mancano, come le sparatorie e i combattimenti corpo a corpo, che fanno di questo romanzo l’esempio perfetto di una narrazione d’azione, basata più sui fatti concreti e sugli eventi avvincenti che sull’introspezione dei personaggi.

Ricetta che per il genere in cui rientra funziona in modo lodevole.

Restano, alla fine del libro, ancora delle questioni in sospeso che fanno pensare e sperare che possa esserci un seguito, se possibile più sorprendente e affascinante del primo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...