“Il killer della neve” di Ross Greenwood edito Newton Compton. A cura di Ilaria Grossi

Ogni volta che la scelta cade con grande curiosità su un thriller psicologico, mi aspetto una lettura che sia capace di tenere incollato il lettore fino alla fine del libro.
E quello che vi accadrà, leggendo “Il killer della neve.”

È la prima volta che mi accade di essere così di parte, sì proprio così dalla parte e dal punto di vista del killer.
Mi spiego, l’incipit mi ha commossa e toccata profondamente.
Quanto grande può essere il dolore, come se ne esce fuori, quando in una notte buia e completamente innevata, assisti davanti ai tuoi occhi alla morte di tutta la tua famiglia.

Una famiglia di spacciatori, viene sterminata a sangue freddo, non risparmiando la figlia piccola, mentre sopravvive l’altro figlio, ferito alla testa.

In ospedale, il tempo di ripresa e il ragazzo scappa via con lo zio Ronnie, facendo scomparire ogni traccia da quel momento.
Passano gli anni e la sete di vendetta e di riscatto è solo assopita, perché con la prima neve in città, il killer della neve inizierà a mettere in atto il suo piano, uccidere uno ad uno, coloro che hanno spezzato per sempre la vita della sua famiglia.
Sono passati quasi 50 anni, quando l’ispettore Barton, entrerà in scena con la sua squadra, perché il killer della neve sembra essere tornato, e con la prima nevicata, si scopre la prima vittima.

Cosa ha in mente il killer della neve?

Chi sono le prossime vittime e perché proprio loro?

Soprattutto chi è il killer della neve?

Un buon thriller, ritmo incalzante e aspetto introspettivo e psicologico dei protagonisti ben sviluppato.
Lo stile di Ross Greenwood, coinvolge emotivamente e ci lascia quasi in apnea, soprattutto sul finale spiazzante in ogni senso.

Buona lettura Ilaria per Les Fleurs du mal blog letterario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...