Il blog è fiero di presentare “La notte dell’assassino” di Alessandra Nucida. Da non perdere!

Sinossi:

“La notte dell’assassino” è un thriller psicologico, in cui le indagini ufficiali sono sullo sfondo e a cercare il colpevole degli omicidi sono i diversi personaggi che si improvvisano detective. La vicenda inizia venti anni prima: nel prologo, Maria, una donna testimone di un crimine atroce, viene investita da un misterioso pirata della strada. Venti anni dopo nuovi delitti, collegati a quello, avvengono in una piccola città, durante una notte di dicembre. L’assassino si rivolge ai lettori per spiegare il suo desiderio di uccidere. Lui è il famoso “killer dei barboni” e vuole eliminare i senzatetto, in quanto li considera esseri inutili. Nei capitoli successivi appaiono gli altri personaggi: dei barboni, tra cui Gianni, il marito di Maria, che soffre di demenza e nel suo delirio crede di vedere sua moglie e di ballare con lei; Alfredo, un altro barbone che mostra solidarietà verso Gianni e lo invita alla Casa dell’accoglienza dove dei volontari si prenderanno cura di lui; Mauro e Giacomo, una coppia gay, in cui il primo, un aspirante giornalista, è succube dell’amore che prova verso Giacomo, un ricco avvocato che lo tradisce e lo fa soffrire; Sara, una studentessa innamorata di Mauro senza essere ricambiata, e le sue amiche, tutte studentesse universitarie; due ladruncoli, Franco e Ottavio che trovano il cadavere del barbone Gianni e gli rubano i soldi dalle tasche; Camilla, una donna di mezza età che li spia dalla finestra della sua casa.
Nel romanzo si intrecciano di volta in volta le storie e le voci dei vari personaggi e si mescolano a quella dell’assassino che commenta i fatti dal suo punto di vista distorto e alienato.
Tra i vari temi trattati (quello dell’amicizia, dell’amore, della solitudine, del volontariato), c’è anche e soprattutto quello della follia, perché ognuno pensa di essere normale dal suo punto di vista e considera strani e folli gli altri. Nel romanzo l’autrice, in virtù della sua esperienza di giornalista a contatto con la gente, ha cercato di dare voce, attraverso i vari personaggi, ad un’umanità variegata, spesso sofferente, ma alla ricerca della propria felicità e desiderosa di riscatto. Sono persone con dei sentimenti nei quali possiamo facilmente riconoscerci.
“La notte dell’assassino” è un thriller originale e intrigante, da leggere tutto d’un fiato, con un finale sorprendente e una trama che si basa non solo sui delitti, ma anche sugli intrecci tra i vari personaggi.

Biografia

Mi chiamo Alessandra Nucida. Sono nata a Crotone e, dopo aver frequentato il liceo classico, mi sono laureata in Lettere classiche. Ho iniziato sin da giovanissima a collaborare come giornalista pubblicista presso diversi quotidiani e anche a scrivere racconti. Ho frequentato anche corsi di scrittura narrativa. Nel frattempo, ho iniziato ad insegnare e insegno tuttora Lettere in un Liceo. Mi sono trasferita per un anno in Emilia Romagna e da dieci anni vivo e lavoro in provincia di Venezia. In tutti questi anni ho sempre continuato a coltivare la passione per la scrittura. Amo anche la ginnastica e la danza, la musica, il cinema e i viaggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...