Il blog consiglia “Il passo falso” di Marina Morpurgo, Astoria edizioni. Da non perdere!

Chi è davvero lo stimato professor Emilio Rastelli?

Quale passato misterioso si cela nelle nebbie della sua demenza senile?

Perché cerca sempre di eludere le cure di moglie e badante per fuggire su quel ramo del Lago di Como?

Il professor Emilio Rastelli è un pediatra in pensione dal carattere ruvido.

È sempre stato un uomo difficile e chiuso, e non ha mai voluto parlare della

sua famiglia. Ma ora che la demenza senile comincia a intaccare il suo autocontrollo, dietro al suo pessimo carattere sembra mostrarsi un’ombra assai più oscura: forse il professor Rastelli non è chi ha sempre sostenuto di essere.

Perché ha raccontato tante bugie sul proprio passato, e perché adesso appare tormentato da un ricordo confuso e che gli fa molta paura?

Inutile cercare risposte da lui, che ormai alterna momenti di lucidità ad altri di agitazione e delirio, che la moglie e il badante faticano a contenere. Ma un vago indizio c’è, perché il professor Rastelli spesso fugge di casa e viene ogni volta recuperato mentre si aggira furtivamente lungo la costa orientale del lago di Como. Che cosa sta cercando e di che cosa parla, quando farfuglia

di aver commesso qualcosa di molto brutto, e di avere un tesoro nascosto da

qualche parte?

Scoprire il mistero diventa il chiodo fisso della moglie di Rastelli. Il professore non si chiama in effetti Rastelli, e nemmeno Emilio: dopo la guerra aveva assunto un’identità falsa, sfruttando il fatto che molti uffici dell’anagrafe del Nord Italia erano andati distrutti. Ma dietro a Emilio c’è Giuseppe, un ragazzo ebreo figlio di un’inglese e di un italiano, oppure Antonio, una giovane

camicia nera che si è macchiata di vari crimini?

Un testo di fiction, inserito però in una cornice storica reale, ricostruita con giornali d’epoca, documenti e studi sulla Resistenza nella zona tra Lecco, Sondrio e Chiavenna.

il romanzo.

Dopo essersi occupata per anni di giornalismo, in particolare per L’Unità e Diario, Marina Morpurgo si è tuffata appieno nell’editoria. È traduttrice e autrice di scolastica per

Pearson. Ha scritto la serie della strega Sofonisba per Feltrinelli Kids e, con Gherardo Colombo, Le regole spiegate ai bambini (sempre Feltrinelli). Per astoria ha pubblicato la raccolta

di racconti Sono pazza di te (ma fino a un certo punto), i romanzi

La scrittrice criminale e Risorse disumane e il memoir È solo un cane (dicono), che, visto il grande successo di pubblico e di critica, nel 2020 ha avuto un seguito, È solo un cane (dicono) – La storia continua.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...