“L’essenza fatale” di Beatrice Fiaschi, Ianieri edizioni. A cura di Ilaria Grossi

Un giallo dalle tante sfaccettature, dove indagini e omicidi si mescolano ad episodi dolorosi di violenza fisica e psicologica, alla dipendenza da alcol e droghe, ai colori più scuri e malati dell’animo umano.

E la firma sta in un’essenza al gelsomino che è capace di stordire e inebriare mente e corpo.

Celeste Zanetti, vice ispettrice della sezione Narcotici di Roma, sotto mentite spoglie, una maschera da Catwoman, si è infiltrata ad una festa di Halloween a Villa Spina, con l’obiettivo di cogliere quante più prove schiaccianti sul rampollo di famiglia, dedito da anni al narcotraffico.
Il primo omicidio, mette in luce le sorprendenti doti investigative e il profondo intuito di Celeste tanto da destare l’attenzione del commissario Marco Almeida della Sezione Omicidi.

Il passaggio dalla Narcotici alla Omicidi segna un punto di svolta nella vita professionale di Celeste, da sempre etichettata come la nipote di un pezzo grosso della polizia.

Iniziano le indagini e crescono gli omicidi, Celeste sembra subire di riflesso le conseguenze e il cerchio tende a stringersi attorno al suo passato.

Celeste è una donna molto determinata, sicura di sé ma ama vivere più identità non solo per lavoro.

Come un vuoto da riempire per non fare risalire a galla il dolore che si insinua sotto pelle e la lascia senza aria.

Con un ritmo incalzante e una buona descrizione di luoghi e introspezione dei personaggi, il romanzo di Beatrice Fiaschi è capace di attrarre l’attenzione e la curiosità del lettore fino alla fine.

Un finale aperto che ci anticipa forse l’inizio di una nuova storia.

Ognuno di noi è come un vaso con crepe personali.

La scelta di ricominciare è nelle nostre mani e nella capacità e disponibilità a fare scivolare oro colato tra le crepe.

Un bellissimo messaggio.

Buona lettura

Ilaria per Les fleurs du mal blog letterario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...