Il blog presenta “L’orco di Mussolini” di Marco di Tillo, Mursia. Da non perdere!

Roma, 1924.

Una sera di marzo sparisce la prima bambina.

Nei tre anni successivi ne sono violentate e uccise altre sei.

Mussolini è furioso, la polizia non riesce a trovare il colpevole e gli abitanti della città sono terrorizzati.

Alla fine, ci rimette un poveraccio di nome Girolimoni.

Contro di lui sono inventate una serie di prove, trovati testimoni improbabili e, finalmente, tutti, possono tirare un bel sospiro di sollievo.

Il mostro è stato trovato!

Ma, ci si mette di mezzo un grande poliziotto italiano, il commissario Giuseppe Dosi, che smonta, ad una ad una, tutte le prove contro l’innocente Girolimoni e, alla fine, riesce anche a catturare il vero colpevole.

Ma le cose non finiscono, purtroppo, nel modo sperato, perché proprio Mussolini prenderà, a sorpresa, una decisione incredibile, destinata a cambiare il corso degli eventi…

L’autore

Laureato in Psicologia, ha scritto per più di vent’anni i testi per programmi televisivi e radiofonici per la Rai, tra Tv dei ragazzi, talk show, varietà, sceneggiati originali e quiz. Per il cinema ha diretto la commedia Un anno in campagna e il giallo per bambini Operazione Pappagallo, scritto insieme a Piero Chiambretti che lui ha fatto esordire in Rai nel 1983. Per la Narrativa per ragazzi ha scritto Il ladro di Picasso (Edizioni Corsare), Due ragazzi nella Firenze dei Medici (Ediz. Corsare), Il giovane cavaliere (Einaudi), Tre ragazzi ed il sultano (Mursia) e le favole illustrate Mamma Natale e Mamma Natale e i Pirati (Mursia). È stato autore di testi per fumetti pubblicati da numerosi periodici e quotidiani italiani. Per Il Giornalino delle Edizioni Paoline ha ideato le serie I grandi del calcio, I grandi del jazz, I grandi del cinema. Ha vinto il Premio Paese Sera per una Nuova Striscia Italiana 1976 con la strip Piero e premiato al Salone di Lucca da Hugo Pratt. Ha pubblicato negli Stati Uniti i thriller storici The Other Eisenhower e The Dollfuss Directive. In Italia, ha scritto i gialli con protagonista l’ispettore romano laico-consacrato Marcello Sangermano (Ed. Arkadia). Sono già usciti Destini di sangue, Dodici giugno, Il palazzo del freddo e poi ancora ha pubblicato i gialli l’ispettore della squadra mobile genovese Marco Canepa, Tutte le strade portano a Genova, Come lupi nella neve e Omicidio all’Acquario di Genova (Fratelli Frilli Editori). Ha scritto il romanzo La neve al mare (Ediz. Lisciani) che narra le disordinate vicende di tre ragazzetti di sedici anni, in un’estate ad Anzio. Nel gennaio 2020 è uscito invece “Una santa per amica” (Teresa di Calcutta vista da vicino) Edizioni Dehoniane, sulla sua amicizia giovanile da giovane ateo, con madre Teresa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...