Blog tour “E se perdo te?” di Claudia Bacci. Intervista all’autrice.

Chi è Claudia Bacci dietro la sua penna?

Sono una persona romantica, sognatrice, ma anche molto testarda. Sono una madre single, una mamma diciamo un po’ sopra le righe, lavoro nella tappezzeria dei miei genitori, ma il mio sogno è passare le giornate a leggere e scrivere.

E se perdo te?” è il tuo primo romanzo. Quanto sei emozionata e cosa ti aspetti da questa avventura?

Emozionata è dire poco, sono al settimo cielo perché è un sogno che si realizza. Pubblicare un libro è il mio sogno da quando ero bambina e scrivevo i primi racconti. Cosa mi aspetto? Non saprei dirtelo, non penso di diventare famosa o ricchissima, ma spero tanto che il mio romanzo piaccia a chi lo leggerà.

Descrivi il tuo romanzo in tre aggettivi.

Sincero, romantico, semplice.

Raccontaci brevemente la trama del romanzo e come è nata l’idea.

Alessio e Giulia si incontrano per caso e tra loro nasce una bellissima amicizia che dura venti anni. Un giorno però qualcosa tra loro cambia. La loro storia è soprattutto una storia di amicizia, quella che si incontra poche volte nella vita. L’idea è nata a giugno dello scorso anno quando l’Accademia della Scrittura aveva pubblicato un post su Instagram con un contest per un editing professionale gratuito. La mia idea era quella di scrivere un racconto, poi la storia di Alessio e Giulia mi ha preso così tanto che ho continuato a scrivere fino a settembre, quando poi ho chiesto una scheda di valutazione.

Quanto c’è di te nella tua storia e nei tuoi personaggi?

Diciamo che c’è abbastanza di me sia in Alessio sia in Giulia, parti del carattere, aspirazioni, sogni, poi ci sono riferimenti a cose che sono avvenute nella mia vita e ci sono le mie più grandi passioni, i libri e la scrittura.

Quale messaggio vorresti trasmettere al lettore?

Quello di non arrendersi, di lottare per i propri sogni e per l’amore della propria vita.

Secondo te, lettura e scrittura vanno di pari passo? Per essere una brava scrittrice, devi essere anche una buona lettrice?

Penso che per arrivare a scrivere bene, bisogna anche leggere molto. Ovviamente bisogna avere una certa predisposizione, deve piacere, ma sono sicura che se non avessi letto tantissimo nella mia vita, non sarei mai riuscita a scrivere un romanzo. Quindi sì, per me, lettura e scrittura vanno di pari passo.

Un libro che vorresti aver scritto tu?

Vorrei aver scritto “L’amore ai tempi del colera” di Marquez, per me la storia d’amore più bella in assoluto.

Condividi con noi una citazione che ti porti nel cuore e che ricordi quando più ne hai bisogno.

Una frase che mi porto nel cuore è questa: “Il mio cuore non è con me ma con te, e se non è con te non è in nessun luogo”, parole dette da Eloisa ad Abelardo nel libro “Addio, mia unica” di Antoine Audouard.

Hai altri progetti in cantiere?

La mia editor Jessica Santi e Monique Scisci, CEO dell’Accademia della scrittura, fin da subito mi hanno detto di continuare a scrivere, sto così scrivendo un altro romanzo che però non è il seguito di questo. Scrivo in ogni momento libero e porto sempre con me carta e penna, perché l’ispirazione e le idee vengono quando meno te l’aspetti.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...