Il blog presenta “Madre tela” di Matteo A. Sabatino. Da non perdere!

Cambiare casa non è complicato, se non devi farlo. Se devi, chiedi aiuto, affidati alle persone giuste. Perfino Ercole, nell’affrontare le sue fatiche, da semidio quale fu, ebbe bisogno di una strategia orchestrata a tavolino, e del supporto di un alleato. La nostra impresa si chiama Chiria. Chiria Traslochi. E qui, a Roccapasco, per tutti, forestieri esclusi, il figlio del trasportatore, dell’alleato per uno sgombero rapido, sono io. Vittorio.

Ventitré anni fa la strada che percorrevo per andare a scuola era tappezzata di manifesti: enormi annunci dallo sfondo verde acqua, su cui mio padre sorrideva travestito da bagnino. Chi gli aveva suggerito di riempire il paese di una pubblicità così invasiva e patetica? Mi ritrovavo il suo faccione dappertutto. Trasloco completo in massimo cinque giorni. Questa dicitura ci poteva stare: era realistica, accattivante. Nulla da eccepire. Ma il corpo. Il corpo di mio padre, sull’affissione, era necessario? Stampato lì, riprodotto in serie, sui muri. Ogni mattina mi fermavo a guardarlo. Lo ricordo, il manifesto, nella sua interezza, per filo e per segno, lettera per lettera. Finanche la punteggiatura.

Non affogherai fra i tuoi mobili. Il salvagente sono io. Chiamami e arrivo subito.

E io, settenne gracile, non potevo sospettare che quella figura, incollata alle pareti ù di Roccapasco, simile a un ingombrante presagio, mi stesse rivelando cosa mi sarebbe capitato.

Sinossi: 

Vittorio è appesantito da un’eredità che avrebbe preferito non riscuotere trent’anni prima: il suo cognome. Se lo ritrova stampato sugli abiti da lavoro quando, ogni pomeriggio, solleva i mobili degli altri, per spostarli. Frattanto alimenta il proprio desiderio: diventare un ritrattista. In un settore della biblioteca dove è impiegata Settimia, sua ex fidanzata, l’incontro con il polacco Vitalij Mernowski modifica irrimediabilmente il corso dell’esistenza del giovane autore. Rifugiatosi in una rustica abitazione a picco sul fiume Monir, il protagonista conosce, in modi magici e particolari, Barnabas, gatto dagl’occhi ramati, e Vulna, donna dalle iridi color topazio.

In un susseguirsi di eventi e rivelazioni sconvolgenti, con la complicità di Isabella, rude pescatrice, e di don Carlo, rispettato parroco della comunità di Roccapasco, Vittorio, alla fine, realizza se stesso compiendo il più puro fra gli atti d’amore.

Biografia: 

Matteo Alberto Sabatino (Salerno, 1994) è dottore magistrale in Corporate Communication & Media.

È stato co-autore e co-conduttore di Senso Unico, un programma radiofonico dell’emittente Unisound.

È stato co-autore e co-conduttore di Cinefilia, un programma radiofonico dell’emittente Radio Vostok.

Nel 2016 ha discusso una tesi sull’ibridazione della radio con il web.

Nel 2018 ha discusso una tesi sulla teatralizzazione dello spazio filmico, premiata con la lode.

È stato giurato ufficiale della sezione Classici della 75esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Nel 2019 e nel 2020 ha partecipato alla giuria giovani – supportandone il coordinamento – della 55esima e della 56esima edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro.

Dal gennaio del 2019 al maggio del 2020 ha ricoperto il ruolo di co-responsabile dell’Ufficio Promozione e Comunicazione del Parco Archeologico di Ercolano.

Nel 2021 ha pubblicato il suo primo romanzo, dal titolo “Il proiettore delle memorie” (Schena Editore), vincitore della XXIV edizione del Premio Nazionale di Narrativa “Valerio Gentile”.

Oggi è consulente di comunicazione per aziende private, scrive, e continua a occuparsi di cinema e radiofonia.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...