“Nel bene e nel male” di Samantha Downing, Newton Compton. A cura di Ilaria Grossi

Leggere il nuovo thriller di Samantha Downing è stato come entrare in un labirinto, dal quale non riesci a trovare la via d’uscita.

Tutto ruota attorno alla Belmond Academy, una scuola privata prestigiosa e ambita da studenti e professori.

Ed è proprio alla Belmond che iniziano a verificarsi una serie di eventi tragici, come la morte di Ingrid Ross e la professoressa di inglese Sonia Benjamin.

Avvelenate.

Le indagini sono fuori pista, non hanno prove sufficienti e non riescono a trovare il colpevole né movente.

Samantha Downing ha la grande capacità di fare ruotare tutta la trama narrativa su più personaggi, ciascuno vi sembrerà il colpevole ed avere un movente.

Il suo personalissimo movente.

Ma è brava a depistare, rende il lettore confuso, pur avendo una primissima idea su chi possa essere il colpevole, alla fine

l’ipotesi iniziale sarà totalmente errata.

Ed è un punto assai forte che rende il thriller avvincente e intrigante, ricco di tensione, con personaggi complessi e più che diabolici, pur nascondendo il loro vero io, nel bene e nel male.

Una lettura che consiglio vivamente a chi è amante dei thriller psicologici.

Buona lettura

Ilaria per Les fleurs du mal blog letterario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...