Il blog presenta “Black canvas. Nel buio della mente” di Laura Rossi, Nua edizioni. Da non perdere!

La lettura perfetta per chi ama la scrittura di Gillian Flynn (L’amore bugiardo, Sulla Pelle) e Paula Hawkins
(La ragazza deltreno)

In seguito al tragico suicidio di una paziente e alla burrascosa separazione dal suo compagno, la psichiatra Aria De Luca decide di prendersi un periodo di congedo dal lavoro. Ma quando una giovane donna viene trovata a vagare mezza nuda in piena notte
per le strade di Milano e il commissario Pietro Scalia la convoca per una consulenza sul campo, Aria sente di essere pronta a tornare al lavoro.
Forse aiutare quella ragazza spaventata e in stato confusionale a recuperare la memoria è il modo per placare i suoi sensi di colpa e rituffarsi nella vita di tutti i giorni, allontanando il ricordo della relazione tossica con Gabriele, suo ex marito e mentore.

Un thriller perturbante e raffinato

Il passato, però, è un fantasma tanto elusivo quanto pericoloso da risvegliare, e più Aria si avvicina alla verità sulla sua assistita, più rimane invischiata nella rete di manipolazione e inganni di un uomo misterioso e senza scrupoli, che si muove nell’ombra

La penna dell’autrice ci conduce in una Milano che non è mai stata così oscura e nel labirinto della mente di una protagonista tanto fragile quanto determinata.

L’Autore

Laura Rossi è una scrittrice di origini italiane. Cresciuta tra Stati Uniti Inghilterra, dove si è laureata in Psicologia Criminale, scrive libri di vario genere, tra cui romanzi rosa, suspense e thriller. Nel tempo libero adora viaggiare, ascoltare musica rock e ha una vera passione per il lato oscuro della mente umana. Black Canvas – nel buio della mente è il suo primo thriller

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...