“Delitto a Holy Island” di Lj Ross, Newton Compton. A cura di Anna Cali

Era stata trovata ubriaca e parzialmente nuda mentre se la spassava su una spiaggia che, come veniva specificato, non era destinata ai nudisti.”

Delitto a Holy Island di LJ Ross edito da Newton Compton editori è un thriller ambientato in Scozia e vede come protagonista il detective Ryan che, dopo la morte di sua sorella decide di prendersi un congedo trasferendosi su un’isola della Scozia, Lindisfarne, conosciuta da tutti come Holy Island.

Un’isola apparentemente tranquilla dove nulla accade, sino al giorno in cui, il corpo di una giovane ragazza verrà ritrovato senza vita su una spiaggia.

Il corpo presenta un antico altare Palano con un pentacolo tracciato sulla pelle.

Ed ecco che il congedo del detective si trasformerà nell’ennesimo caso da risolvere, ma, questa volta verrà affianco da Anna Taylor, un’esperta di riti pagani. 

Avete mai visitato la Scozia?

Confesso che leggo pochi thriller di questa casa editrice, poiché ogni volta mi ritrovo con l’amaro in bocca, soprattutto nel finale.

Non so perché ma le sinossi risultano sempre interessanti e poi si perdono nel finale, in questo caso, credo e spero che ci sia un seguito, in modo da farmi ricredere su questa mia osservazione.

Nonostante questa piccola precisazione devo ammettere che la lettura, tutto sommato è stata scorrevole e piacevole.

Un’ambientazione curata nei particolari e descritta al punto tale da far venire voglia di scoprire la Scozia e tutto ciò che ne fa parte.

Ho apprezzato anche l’ingrediente dolce che l’autrice ha utilizzato, cosa atipica nei thriller. Lo stile è semplice, fluido e coinvolge il lettore sin dalla prima pagina.

Sono presenti colpi di scena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...