la rubrica la parola ai lettori presenta”Le aspirazioni mortali o dei crimini d’autore” di Marco Ponzi. A cura di Anna Cali

“Le aspirazioni mortali o dei crimini d’autore” è il titolo del nuovo e imperdibile giallo scritto dall’autore Marco Ponzi.

Questo non è il classico giallo che siamo abituati a leggere, perché stavolta, l’ambientazione è totalmente differente e i protagonisti principali sono proprio: i libri e gli scrittori.

Insomma, il nostro mondo e i nostri cavalli di battaglia.

Quant’è difficile raggiungere un obiettivo o vedere un sogno coronarsi?

Tanto, troppo.

Lo sa bene Magda Ruffini, la nostra protagonista.

Una donna, laureata in lettere che aspira a diventare una scrittrice di successo.

La vita però con lei non è stata molto generosa: soffre di zoppia e non è affascinante come le altre donne, e questo lei lo considera un grosso svantaggio.

L’unico lavoro che riesce a trovare è quello di: correttrice di bozze presso un importante gruppo letterario, chiamato “Tarrison”.

Ed ecco che la vita di Magda diventa ancora più triste, si ritroverà a passare le giornate a correggere testi di persone famose, come calciatori e influencer, ma, un giorno le si presenta una grande occasione!

Il gruppo editoriale decide di lanciare un premio letterario e lei dovrà valutare la correttezza dei partecipanti e gestire le partecipazioni e, così, decide di iscriversi al premio letterario, utilizzando uno pseudonimo. Finalmente pensa che il suo sogno sta per diventare realtà, ma, non ha messo in conto che uno spietato killer inizierà a uccidere con lo stesso modus operandi, le scrittrici iscritte al premio.

Ed ecco che inizieranno delle indagini serrate, dove, tutti vengono considerati colpevoli, nessun escluso. 

Un libro che mi ha messo una tale adrenalina addosso, le ho amato sin dalla prima pagina e l’ho divorato in pochissimo tempo.

Per chi come me predilige questo genere, credo che questo libro sia l’apice per toccare la felicità!

Suspense, colpi di scena, indagini, fiato sospeso: questo e molto altro è presente all’interno del libro.

Non solo ho amato il libro perché corrisponde al mio genere preferito, ma, in particolar modo l’ho apprezzato ancor di più perché tratta i temi dei libri e degli scrittori esordienti.

Purtroppo, capita di vedere tantissimi scrittori esordienti che non vengono apprezzati nel mondo editoriale e questo è un vero peccato.

Conosco personalmente molti scrittori che valgono tanto!

Faccio i complimenti all’autore per la bravura, per l’aver utilizzato uno stile accattivante e, soprattutto, per aver utilizzato tutti i punti fondamentali del genere!

“I loro sguardi si posarono sugli edifici storici trascurati, con i loro stretti balconcini liberty, sulla caserma Garrone, un tempo brulicante di militari, e sui negozi sfitti dagli infissi in legno, in attesa di un insperato restauro. Tutti potenziali luoghi adatti per accogliere chi avesse intenzione di nascondersi.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...