Gli artigli della Corona di Daniele Cellamare edito Les Flâneurs Edizioni. A cura di Ilaria Grossi

“Neanche una volta Maylin, aveva pensato che fosse morto e lo avrebbe aspettato tutta la vita se fosse stato necessario. In cuor suo ne era convinta, sarebbe tornato da lei”

Daniele Cellamare ritorna con un sequel, intrecciando più storie che rendono ancora più avventuroso il nuovo romanzo storico “Gli artigli della Corona.”

Maylin dopo aver visto cadere nelle acque del porto il suo grande amore Shaoran, Piccolo Lupo, si trasferisce a Shanghai con il piccolo Ming.
Maylin non perde la speranza di poterlo rivedere ancora e sente che succederà presto.

Il Regno di mezzo è ancora scena di scontri sanguinosi e brutali. I più crudeli sono i Taiping e i pirati che saccheggiano le navi degli occidentali e i mercanti europei, riuscendo sempre a restare impuniti.
Lo scontro più temuto e inevitabile arriva con il rifiuto di ogni negoziazione tra l’imperatore Xianfeng e la Gran Bretagna e la Francia, negando la revisione dei trattati. Secondo gli occidentali,
la Cina non vuole saperne di modernizzare commerci e la propria comunità, non accetta compromessi e risponde con la violenza.
Alla morte dell’imperatore, ci sarà chi è pronto con artigli affilati e taglienti ad ottenere la reggenza dell’Impero.
L’imperatrice Madre Cixi e l’imperatrice Vedova Cian, all’oscuro dei piani subdoli di quest’ultima, riusciranno a raggiungere potere e rispetto e chiunque è contro, troverà una fine inevitabile.

Daniele Cellamare, con uno stile appassionante e curato in ogni dettaglio e impreziosito da una storia che ammalia, è un abile tessitore di più storie e personaggi, protagonisti della seconda guerra dell’Oppio.
E Maylin e Shaoran, una storia a cui sono particolarmente legata, sopravvive tra scontri e crudeltà, narrando una storia d’amore, di fiducia e rispetto reciproco e di un tatuaggio con su scritto “vita serena, un amore duraturo, e una morte felice”

Buona lettura
Ilaria per Les fleurs du mal blog letterario

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...